di Marco Cangelli
Un improvviso lutto ha travolto il calcio italiano nella mattinata di sabato 28 gennaio. All’età di 79 anni si è spento Carlo Tavecchio, attuale presidente del Comitato Regionale Lombardia della Lega Nazionale Dilettanti (LND) ed ex presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC).

Una notizia che ha scosso il mondo del pallone tricolore, in particolare gli esponenti del mondo del dilettantismo al quale il dirigente di Ponte Lambro ha speso gran parte della propria carriera entrando a far parte del Comitato Regionale a partire dal 1987 e venendo eletto al vertice nel 1996.

forbes

In grado di prendere le redini della Lega Nazionale nel 1999 in seguito alle dimissioni del suo predecessore Elio Giulivi, Tavecchio ha rappresentato il mondo del dilettantismo azzurro per oltre un decennio guadagnandosi gradualmente la fiducia delle formazioni tanto da condurlo alla presidenza della Federcalcio in seguito all’eliminazione dell’Italia dai Mondiali di Brasile 2014.

Un periodo tormentato che ha visto il numero uno di via Allegri condurre il calcio di casa nostra durante le qualificazioni per la Coppa del Mondo 2018 coincisa con l’eliminazione ai playoff con la Svezia e con le conseguenti dimissioni di Tavecchio dalla presidenza della Federazione.

Situazioni che non hanno rallentato la passione del dirigente lombardo nel gennaio 2021, all’età di 77 anni, era tornato al comando della LND Lombardia rimanendovi sino agli ultimi giorni quando alcuni problemi di natura polmonare e l’improvviso peggioramento delle condizioni di salute lo hanno costretto al ricovero in un ospedale brianzolo.

Un impegno che è stato sottolineato anche dagli esponenti della LND Lombardia che, sulla propria pagina Facebook, hanno voluto salutare il proprio presidente: “Con sgomento, i componenti del Consiglio Direttivo del CRL con i collaboratori e dipendenti tutti del Comitato e delle Delegazioni piangono l’improvvisa scomparsa del Presidente del Comitato Regionale Lombardia Carlo Tavecchio. Non vogliamo qui ricordare il prestigioso ed inimitabile curriculum sportivo del Presidente, già dirigente di società e dirigente federale partito dal Comitato lombardo per approdare alla Presidenza della Lega Nazionale Dilettanti prima e della Federazione Italiana Gioco Calcio poi mettendosi di nuovo a disposizione del CRL dal 9 gennaio 2021, ma vogliamo tenere impresso nelle nostre menti e nei nostri cuori l’uomo brillante, dallo smisurato spirito di servizio e battagliero nel portare avanti tutte le istanze in favore del tanto amato mondo del volontariato e del sociale espresso dal calcio dilettantistico e giovanile. Caro Presidente, hai corso per tutta la Tua vita a massima velocità: ora riposa in pace“.

Come comunicato dai familiari, le esequie di Carlo Tavecchio si svolgeranno nella giornata di lunedì 30 gennaio a Ponte Lambro, paese natale del dirigente comasco.

 

forbes
Previous articleGabriele Lenuzza vince lo slalom NJR a Domobianca
Next articleCoppa del Mondo di ciclocross, un virus mette Ko Silvia Persico che salterà l’ultimo appuntamento