Serie A Femminile, la Roma di Giacinti e Serturini conquista il primo scudetto della sua storia

228

di Marco Cangelli
A tre giornate dalla conclusione, la Roma ha scritto un nuovo pezzo di storia del calcio femminile italiano.

La squadra guidata dalle bergamasche Valentina Giacinti e Annnamaria Serturini ha infatti conquistato lo scudetto interrompendo dopo cinque anni il dominio imposto in Serie A dalla Juventus .

forbes

La formazione giallorossa ha superato per 2-1 la Fiorentina nel corso del sesto turno della Poule Scudetto sfruttando al meglio il primo “match point” e laureandosi così aritmeticamente campionesse d’Italia con quattordici punti di vantaggio sulle bianconere.

Roma
Valentina Giacinti

L’epilogo perfetto per una stagione che ha visto grande protagonista Giacinti che, dopo aver lasciato la Fiorentina, si è presa sulle spalle le ragazze di Alessandro Spugna mettendo a segno dodici reti e diventando così la prima calciatrice capitolina a raggiungere quel traguardo.

Un risultato che conferma l’attitudine della 29enne di Borgo di Terzo che, nel corso degli ultimi anni, ha saputo diventare un’icona del movimento azzurro trascinando con i suoi gol la Nazionale Italiana alla qualificazione ai Mondiali in programma in estate in Australia e Nuova Zelanda.

Letale sotto porta, la centravanti orobica è diventata un punto fermo anche per la società presieduta da Dan Friedkin segnando una rete pesante nella finale di Supercoppa Italiana vinta ai rigori contro la Juventus e mettendosi in luce nell’UEFA Women’s Champions League dove, grazie alle sue quattro reti, le giallorosse hanno raggiunto i quarti di finale persi contro il Barcellona.

Roma
Annamaria Serturini

Ruolo da protagonista anche per Annnamaria Serturini che ha avuto modo di seguire da vicino il percorso di crescita della Roma dopo esser giunta nella Città Eterna nel 2018.

La 24enne di Gorno ha costruito il proprio successo grazie alla determinazione che l’ha resa un pedina fondamentale del centrocampo romanista come dimostrato anche in occasione dalle tre reti segnate in campionato fra le quali spicca sicuramente la prestazione contro il Pomigliano.

Il successo ottenuto allo Stadio “Tre Fontane” davanti al proprio pubblico e contraddistinto dai gol di Valentina Greggi ed Elisa Bartoli (brava a rispondere al pareggio della viola Milica Mijatovic) ha rappresentato solo il lieto fine per una favola che potrebbe diventare ancora più dolce il prossimo 4 giugno quando Giacinti e compagne affronteranno ancora una volta la Juventus nella finale di Coppa Italia.