Giro d’Italia, a Caorle Alberto Dainese supera al fotofinish Jonathan Milan

189

di Marco Cangelli
Alberto Dainese riporta l’Italia sul gradino più alto del podio al Giro d’Italia. Dopo avere conquistato nel 2022 la tappa di Reggio Emilia, il 25enne padovano si è aggiudicato la diciassettesima tappa con arrivo a Caorle superando al fotofinish Jonathan Milan (Bahrein-Merida) e l’australiano Michael Matthews (Jayco-AlUla).

La frazione, 197 chilometri da Pergine Valsugana, ha visto protagonisti nella prima fase Senne Leysen (Alpecin-Deceuninck), Thomas Champion (Cofidis), Diego Pablo Sevilla (EOLO-Kometa) e Charlie Quarterman (Team Corratec – Selle Italia) che hanno provato a prendere il largo poco dopo il via non superando però mai i tre minuti di vantaggio.

forbes

Tenuti sotto controllo dalle squadre dei velocisti, i battistrada hanno dovuto gradualmente alzare bandiera bianca con il solo Leysen che ha provato a resistere al rientro poderoso del plotone principale venendo definitivamente ripreso a cinque chilometri dal traguardo.

Le squadre degli sprinter hanno provato a organizzarsi, tuttavia numerose difficoltà hanno impedito ai velocisti di trovarsi nella posizione ideale con Matthews che ha provato a partire lungo.

L’australiano si è visto però rimontare sia da Dainese che da Milan con il giovane veneto che ha avuto la meglio per pochi centimetri sulla maglia ciclamino e su Matthews.

I ragazzi hanno fatto un lavoro eccezionale. Ero troppo avanti quindi mi sono defilato aspettando che partisse qualcuno – ha spiegato dopo l’arrivo Dainese -. Sono riuscito a rimontare e passare Matthews proprio negli ultimi metri. Devo essere sincero, pensavo di essere secondo. È una gioia immensa“.

Quarta piazza per Niccolò Bonifazio (Intermarché-Circus-Wanty) che ha preceduto di un soffio il brembatese Simone Consonni (Team Cofidis), alla prima top ten in questa edizione della Corsa Rosa.

A confermare il buon momento del ciclismo tricolore ci hanno pensato Andrea Pasqualon (Bahrein-Victorius) e Stefano Oldani (Alpecin-Deceuninck) che hanno concluso le proprie fatiche rispettivamente in settima e nona posizione.

Giro d'Italia
Geraint Thomas in maglia rosa

In chiave classifica generale nessuna novità con l’inglese Geraint Thomas (Ineos-Grenadiers) che mantiene un vantaggio di 18 secondi su Joao Almeida (UAE Team Emirates) e 29 su Primoz Roglic (Jumbo Visma) in vista della tre giorni sulle Dolomiti.

È stato un finale molto intenso. Per fortuna oggi non ha piovuto molto – ha sottolineato Thomas -. Siamo arrivati tutti sani e salvi e siamo pronti per le prossime tre tappe. Indossare la Maglia Rosa nel giorno del mio compleanno sarà sicuramente bello, spero di poterla tenere fino a Roma“.