L’Albinoleffe voleva i tre punti per riscattare il passo falso all’esordio sul campo del Cittadella. Un gol lampo sembrava aver fatto imboccare la strada in discesa. Mai credere di poter vincere facile. E così, dopo mezz’ora di costante iniziativa di marca seriana, due errori grossolani costringono la squadra di Fortunato ad inseguire, fino al pareggio agguantato ad inizio di ripresa. Risultato che resta invariato fino alla fine, accontentando di fatto le due squadre che nell’ultima mezz’ora hanno lasciato indaffarati i portieri.

E’ bastato un minuto per vedere Roberto Previtali gonfiare la rete grossetana con un tiro improvviso scagliato dal vertice destro dell’area di rigore e infilatosi all’incrocio dei pali dove Narciso non poteva arrivare. L’Albinoleffe si regala una partenza sprint che consente di giocare con maggiore sicurezza e interpretare meglio il dettato di mister Fortunato: velocità e palla a terra per dare modo agli esterni, Pacilli a destra e Foglio a sinistra, di provare la penetrazione. Dopo il

forbes

Al 7’ Girasole s’invola in contropiede, entra in area avversaria dalla sinistra ma, ostacolato da un difensore, calcia fuori. Il Grosseto si fa vivo al 12’ con Caridi, che impegna Tomasig nella deviazione in angolo. Due minuti dopo il numero uno seriano, su retropassaggio, si esibisce in finta e colpo di tacco su pressing di Sforzini un metro fuori area, rischiando oltremisura. L’Albinoleffe si rifà vivo in attacco con un colpo di testa di Piccinni spintosi in area dei toscani per raccogliere un calcio di punizione di Previtali. La squadra seriana rintuzza i tentativi del Grosseto e riparte in contropiede, affacciandosi puntualmente davanti alla porta maremmana.

Al 23’, su cross di Regonesi, Cocco di testa manda alto sulla traversa.

Al 26’ incursione di Foglio che entra in area, salta due difensori e appoggia per Girasole che calcia a botta sicura ma incoccia nel corpo di un avversario che devia in modo provvidenziale. Sull’azione da corner il pallone giunge a Pacilli che da posizione defilata tenta di sorprendere Narciso che blocca. La formazione di Fortunato sembra controllare ma il Grosseto è in agguato e nel giro di tre minuti ribalta il risultato.

Al 33’ il Grosseto pareggia con Sforzini che riceve in area, protegge il pallone dalla marcatura di Bergamelli e in mezza girata calcia con violenza e precisione alle spalle di Tomasig. L’Albinoleffe si getta subito all’attacco ma commette un errore frutto di inseguità. Al 36’ da un calcio di punizione in attacco dell’Albinoleffe si sviluppa un’azione di contropiede condotta da Sforzini che tocca per Alfageme che mette in rete nonostante il disperato tentativo di Daffara di respingere. La squadra seriana, visibilmente frastornata, produce solo un tentativo di testa di Cocco poco prima del riposo, neutralizzato da Narciso. Ripassata la lezione negli spogliatoi, i blu celesti raddrizzano il risultato dopo 2’ dal calcio d’inizio del secondo tempo con un’azione avviata da Pacilli che effettua un tiro cross toccato da Cocco davanti a Narciso che non può evitare il pareggio. A ricordare che il Grosseto non s’arrende ci pensa Sforzini con una conclusione dalla distanza parata da Tomasig. Al 10’ Regonesi prova a trasformare un calcio di punizione da 25 metri ma la sua conclusione passa a mezzo metro dall’incrocio dei pali. Un minuto dopo ancora pericoloso Sforzini che svetta di testa anticipando Bergamelli e mandando di poco a lato della porta seriana. Al 13’ Cocco s’infortuna e viene sostituito da Torri. Il gioco diventa frammentato e si vede sempre meno precisione nella manovra delle due squadre. Al 21’ azione personale di Caridi che calcia da oltre 20 metri, tiro angolato ma Tomasig è ben piazzato. L’Albinoleffe opta per la palla lunga e alta,Torri prova a fare la sponda di testa, ma non ci sono compagni pronti a raccogliere. Il grossetano Lupoli, appena entrato in campo,prova l’azione personale mandando il pallone di poco alto sulla traversa. Nessuna azione degna di nota fino al tentativo di testa, in pieno recupero, di Taegourdeau fuori misura su corner di Regonesi.

GUARDAILVIDEODELL’INTERVISTAAMISTERFORTUNATO

PACILLI, ESORDIOPOSITIVO

ALBINOLEFFE – GROSSETO 2-2

Albinoleffe (4-2-3-1): Tomasig 6, Daffara 5.5, Bergamelli 5.5, Piccinni 5, Regonesi 6, Hetemaj 6, Previtali 6, Pacilli 6.5 (24’ st Salvi 6), Girasole 6, Foglio 6 (39’ st Taugourdeau sv) Cocco 6.5 (13’ st Torri 5.5) A disposizione: Offredi, Luoni, Cristiano, Laner. Allenatore: Fortunato

Grosseto (4-4-2): Narciso 5.5, Petras 6, Padella 6, Federici 6, Asante 6, Giallombardo 6, Crimi 6 (29’ st Consonni 6), Zanetti 6, Caridi 7 (34’ st Lupoli sv), Alfageme 6 (22’ st Alessandro 6), Sforzini 6.5. A disposizione: Lanni, Bianco, Formiconi, Gerardi. Allenatore: Ugolotti

Arbitro: Di Paolo di Avezzano 5.5

Marcatori: pt 1’ Previtali, 33’ Sforzini, 36’ Alfageme; st 2’ Cocco

Note: recupero pt +1, st +5’. Ammoniti: Foglio, Piccinni, Previtali, Asante, Crimi, Bergamelli, Sforzini, Narciso

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleUn ex calciatore narra Angelo Vassallo, il sindaco pescatore
Next articleSerie B: avvio di stagione nel segno di Zeman