Un fronte compatto ha fatto da cornice alla presentazione ufficiale di Daniele Fortunato, nuovo allenatore dell’Albinoleffe. Accanto al presidente Gianfranco Andreoletti, i vice Franco Acerbis e Mario Servalli, il ds Aladino Valoti e Carmelo Ghilardi, sindaco del comune di Selvino che ospiterà il ritiro della squadra seriana dal 15 al 29 luglio. Nello staff di Fortunato figurano Mirco Poloni, promosso allenatore in seconda, e Ruben Garlini, 40 anni compiuti, che diventa collaboratore dell’area tecnica. Dal neo mister della Celeste un sincero ringraziamento a Emiliano Mondonico, che resta il suo punto di riferimento e delle cui lezioni sul campo e fuori continuerà a fare tesoro. Anche se Fortunato promette che farà di testa sua, consapevole di avere una grande responsabilità, conscio di dover dare soddisfazioni in termini di risultato giocando bene. E’ importante che la squadra acquisisca una precisa identità e la esprima come ha saputo fare nelle otto stagioni in cui è stata protagonista, confermandosi nel campionato di serie B. E’ sempre Fortunato a ricordare che non esiste il modulo vincente, quanto piuttosto sia necessario avere il giusto equilibrio in campo, mettendo i giocatori nella condizione di esprimersi al meglio. Il neoallenatore si dice convinto che le motivazioni saranno determinanti, oltre che importante individuare i giovani da integrare in squadra. Il ds Aladino Valoti ribadisce che sarà fondamentale attrezzarsi per valorizzare il vivaio, come pure scegliere i giovani in grado di imporsi sulla scena del campionato. Lo staff tecnico parla sempre più bergamasco. Al fianco di Poloni ci sarà Garlini, due protagonisti della squadra che ha sfiorato la promozione in serie A. Sulle rive del Serio c’è ancora spazio per nuove storie che possano arricchire la favola di nuovi episodi.

Video1: la nona di Andreoletti

forbes

Video2: Fortunato, primo giorno da allenatore

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleAngelika Rainer si arrampica sulle mura venete
Next articleTennis: doppio successo azzurro in tornei Open sull’erba