Tre punti per l’Albinoleffe nella giornata di gloria di Karamoto Cissè, che apre e chiude con la danza del gol una partita tutto sommato avara di occasioni. E’ una giocata di Grossi, dopo dieci minuti, a destare gli infreddoliti tifosi e sbloccare i taccuini dei cronisti. Cissé, decisamente in palla e motivato, ne sfrutta un lancio in profondità, sopravanza la coppia di difensori centrali empolesi, aggira il portiere Handanovic e deposita in rete. L’Empoli, che solo il mese scorso ha surclassato l’Atalanta, appare farraginoso con il 4-3-2-1 e, nonostante provi ad affrontare, viene puntualmente rintuzzato dalla linea mediana dei seriani schierata come un vallo davanti ai difensori. Mingazzini gioca per la prima volta dal primo minuto e mostra una buona intesa con Previtali, che fa il metronomo. Hetemaj si batte a centrocampo, ma quando deve aprire non sempre è preciso. Grossi ha licenza di imbeccare gli avanti, Momentè e Cissè, che nel primo tempo gioca sulla sinistra e nella ripresa si accentra. Garlini fa il difensore centrale in coppia con Sala, Zenoni e Piccinni coprono gli esterni. L’Albinoleffe predilige la ripartenza, non sempre però efficace. Si gioca con intensità ma anche con una certa approssimazione su entrambi i fronti. Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo si registra qualche buona azione d’attacco. Al 29’ cross dalla destra di Vinci che pesca in area Coralli il cui tiro al volo è sbilenco. Al 35’ combinazione a distanza tra i due difensori esterni toscani con Moro che effettua un lungo cross e Valdifiori che di testa impegna Tomasig. Al 39’ tiro dai 16 metri di Fabbrini deviato da un difensore in angolo. L’Albinoleffe si riaffaccia in area toscana con un colpo di testa di Momentè che deposita il pallone tra le mani di Handanovic. Al 42’ Coralli, contrastato al limite dell’area, cade vittima di uno dei cosiddetti falli di svenimento e si procura un calcio di punizione che Musacci esegue alla perfezione e Tomasig neutralizza con una deviazione in angolo. La ripresa si apre con un tiro fiacco di Momentè al 4’. Poi Mingazzini ispira Cissè che aggira il diretto avversario ma si allunga il pallone che diventa preda del portiere. Alla mezz’ora Zenoni si libera sulla destra e mette al centro dell’area dove Cissè non trova il pallone , sprecando una favorevole occasione. Il tecnico empolese Aglietti ricorre alle sostituzioni di Nardini e Musacci con Saponara e Foti. Mondonico risponde inserendo il difensore Bergamelli per il trequartista Grossi e in un secondo momento Passoni per Mingazzini. La gara si anima negli ultimi dieci minuti Al 36’ Momentè calcia sull’esterno della rete, al 38’ il pallone arriva tra i piedi di Coralli che dai 16 metri manda alto sulla traversa. Al 40’ Previtali abbraccia letteralmente Saponara a centrocampo e viene ammonito. Al 41’ Cissè vola da centrocampo, attraversa tutta l’area e da posizione defilata prova a scavalcare Handanovic che devia in angolo. Su azione dalla bandierina Momenté colpisce il palo, sulla ribattuta Cissè trova lo spunto al centro dell’area per mettere a segno il raddoppio. In pieno recupero discesa di Piccinni sulla sinistra e assist per Momentè che tenta una deviazione di tacco senza trovare la porta. Sarebbe stata una punizione eccessiva per la squadra toscana, al di là della palese incapacità di produrre una degna azione offensiva. Sta di fatto che – come sottolinea Mondonico – i valori ,sulla carta decisamente pendenti dalla parte dell’Empoli, vengono sovvertiti dall’Albinoleffe. La tabella di marcia prenatalizia impostata da Mondonico prevede 5 punti in tre partite: i primi tre incamerati, gli altri due in ballo tra il recupero a Reggio Calabria in programma mercoledì 8 dicembre e il derby con l’Atalanta di sabato 11 dicembre, prima del posticipo casalingo serale del 20 dicembre che precederà la pausa di fine anno.

ALBINOLEFFE-EMPOLI 2-0

forbes

ALBINOLEFFE: Tomasig 6.5, Zenoni 6, Garlini 6, Sala 7, Piccinni 6, Hetemaj 6 (43’ st Lebran sv), Previtali 6.5, Mingazzini 6.5 (21’ st Passoni 6), Grossi 6.5 (8’ st Bergamelli 6), Cissè 7, Momentè 6. A disposizione: Layeni, Cia, Martinez, Girasole. Allenatore: Mondonico

EMPOLI: Handanovic 6, Moro 6, Kokoszka 5, Marzoratti 5, Vinci 6, Valdifiori 6, Musacci 6 (7’ st Foti 5.5), Nardini 5.5 (1’ st Saponara 5.5), Fabbrini 5, Tonelli 5 (30’ st Cesaretti 5.5), Coralli 5.5. A disposizione: Pelagotti, Gotti, Mori, Soriano. Allenatore: Aglietti

Arbitro: Ruini di Reggio Emilia 6

Marcatori: pt 10’ e 42’ st Cissè

Ammoniti: Sala, Garlini, Marzoratti, Valdifiori, Previtali. Recupero: I°t 1’, IIt 4’

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSlittino: Zoeggeler, vittoria numero cinquanta
Next articleCissè e i Nomadi: sorrisi e canzoni per l’Albinoleffe