L’Albinoleffe torna a giocare al cospetto del pubblico amico, rinfrancato nei punti e nel morale dal successo conseguito al San Nicola di Bari. Fortunato soddisfatto sì, pur continuando a considerare il secondo tempo della partita disputata, e persa, a Cittadella la prova migliore finora offerta dalla sua squadra. Il mister bluceleste ribadisce che la squadra deve migliorare evitando errori, non solo in difesa. Contro il Modena allo stadio di Bergamo l’obiettivo è non subire gol, confermare le cose che sono state fatte bene, correggere quelle che hanno costretto ad inseguire il risultato. Se non avesse vinto a Bari, Fortunato non avrebbe cambiato la sua chiave di lettura critica. Ora che il successo esterno è arrivato, sarà importante tenere i piedi ben saldati a terra, continuare a lavorare e prepararsi con serenità e dare prova di raggiunta maturità. Per la gara con il Modena l’allenatore seriano dovrà decidere, in base alle condizioni fisiche, chi affiancherà Piccinni tra Malomo e D’Aiello per formare la coppia di difensori centrali. Se non dovesse giocare Hetemaj, Girasole verrebbe retrocesso a centrocampo per dare spazio a due punte. Cissè, se non dall’inizio, entrerà a partita in corso.

L’intervista a Fortunato

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleRugby: il mondiale inizia nel segno degli All Blacks
Next articleAtalanta: finalmente si gioca