Alonso si era nascosto nelle prove libere ed è uscito allo scoperto nelle qualifiche conquistando la pole position del GP di Singapore, arrivando a precedere Sebastian Vettel su Red Bull, che minacciava sconquassi con tempi inferiori di ben un secondo rispetto al ferrarista spagnolo, e Lewis Hamilton su McLaren. A seguire il campione uscente Button quarto. Jenson Button e l’altro pretendente al titolo piloti e guida Red Bull, Mark Webber. Peccato solo per Felipe Massa costretto a fermarsi durante il Q1 a causa di un problema al cambio e destinato a partire in ultima posizione. Massa avrebbe potuto, e dovuto, gestire la delicata fase di partenza e soprattutto i primi giri permettendo possibilmente al compagno di squadra di prendere il largo. Alonso dovrà fare da solo, ma la sua determinazione potrebbe bastare per arrivare davanti ai diretti antagonisti. Il GP di Singapore si corre in notturna, il via quando in Italia saranno le 14:00.

forbes

Sul circuito di Imola il 39enne Max Biaggi insegue la certezza matematica del titolo mondiale di Superbike. Con due gran premi da disputare e 100 punti in palio, Biaggi deve gestirne 58 di vantaggio su Leon Haslam.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleGP Singapore: Red Bull regine delle prove libere
Next articleFarfalle azzurre meravigliosamente d’oro