Impresa del Napoli che passa a Marassi con uno splendido gol di testa di Hamsik e raggiunge la Lazio al secondo posto in classifica, a tre lunghezze dal Milan capolista. Vittorie in rimonta di Palermo e Udinese, che battono rispettivamente Parma e Fiorentina. I rosanero si portano momentaneamente ad un punto dalla Juventus, i friulani, partiti malissimo in questa stagione, hanno gli stessi punti di Inter e Roma. Fuori casa il Napoli è una forza della natura. Non c’è Lavezzi, ma Mazzarri riesce a disegnare una squadra robusta e concreta. Eroi di giornata Hamsik e l’uruguayano Gargano, che confezionano il quinto successo esterno di questo campionato. A Marassi, poi, è bottino pieno dopo la vittoria ottenuta sulla Samp. A metà del primo tempo l’episodio decisivo con Gargano che su calcio su punizione confeziona un assist perfetto per il colpo di testa vincente di Hamsik. I secondi 45’ del Genoa si consumano in una generosa proiezione all’attacco con Toni che viene affiancato da Mesto e Rudolf, inseriti da Ballardini al posto dei poco incisivi Palladino e Veloso. Un tocco di mano in area di Maggio viene giudicato involontario, poi Toni, Ranocchia e Dainelli si ritrovano davanti alla porta di De Sanctis, ma finiscono per ostacolarsi. Nel concitato finale da registrare l’espulsione del napoletano Pazienza. Mazzarri esulta ma in vista della prossima gara di campionato sa di dover fare a meno del blocco difensivo: Cannavaro, Campagnaro e Aronica, diffidati e ammoniti.

Allo stadio Friuli le cose si mettono male all’inizio per l’Udinese che, complice uno svarione del portiere Handanovic, regala il vantaggio alla Fiorentina alla mezz’ora del primo tempo con Santana. Ci sarebbe una “parata” di Gamberini su conclusione di Di Natale al 45’ ma l’arbitro e Marco non vede come il resto dello stadio. La squadra di Guidolin risorge nella ripresa ottenendo il pareggio al 18’ del secondo tempo con il colombiano Armero e segnando il gol del successo e d’autore con Di Natale, grazie anche a Denis che veste i panni del rifinitore.

forbes

Anche a Palermo è il Parma ad andare in gol con Lucarelli e chiudere il primo tempo in vantaggio. n Palermo. Delio Rossi legge bene la partita e lascia negli spogliatoi l’argentino Pastore affidandosi a Pinilla che ripaga firmando il gol del pareggio, seguito dal raddoppio di Miccoli. Sirigu annulla i tentativi del Parma e nel finale Zaccardo infila il pallone nella propria porta.

Risultati: Udinese-Fiorentina 2-1 Palermo-Parma 3-1 Genoa-Napoli 0-1

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleUna doppietta di Francesco Ruopolo decide il derby bergamasco
Next articlePattinaggio su ghiaccio: Kostner d’argento a Pechino