Fra i 3.500 spettatori della prima ufficiale dell’Atalanta 2011-2012 c’è sicuramente una percentuale di coloro i quali ricordavano e ricordano la mitica Italia-Germania 4-3, semifinale di Messico ’70. Risultato diventato indigesto in una calda serata di agosto con l’imprevisto ribaltamento di risultato ad opera del Gubbio, che interrompe sul nascere il cammino nerazzurro in Coppa Italia. Attore finale dell’esito imprevisto nello stadio della Città dei Mille un calciatore di nome Garibaldi. E così nel 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, Bergamo si ritrova espugnata da quello che non è l’eroe dei due mondi ma solo della squadra umbra prossima a calcare le scene della cadetteria. Non bastavano i sei punti di penalizzazione, che sono il fardello assegnato all’Atalanta per la vicenda calcioscommesse, i sostenitori nerazzurri hanno dovuto ingoiare anche l’amaro calice di una eliminazione al primo turno. Come matura una sconfitta? Semplicemente con una difesa allegra e un Tiribocchi che perde la testa facendosi espellere. Tanto basta per vanificare la buona prova di Bonaventura e Moralez che illuminano la manovra atalantina. Il Gubbio fa proprio niente nel primo tempo, ma riesce ugualmente a portarsi in vantaggio prima di subire l’uno-due di Moralez e Tiribocchi. La mezza dozzina di palle-gol vanificate dagli uomini di Colantuono nel primi 45’, con tanto di palo e traversa, faceva preludere una seconda parte di gara in discesa. Invece l’Atalanta si ferma concedendo al Gubbio di correrle intorno e a Giannetti di realizzare la doppietta. Gabbiadini timbra per i tempi supplementari, ma ci pensa Raggio Garibaldi a raggelare tutti a tre minuti dal 90’.

Atalanta Gubbio 3-4
Atalanta (4-4-2): Consigli; Masiello, Lucchini, Manfredini, Peluso; Bonaventura, Carmona (10′ st Caserta), Padoin, Moralez (14′ st Schelotto); Tiribocchi, Marilungo (26′ st Gabbiadini). In panchina: Frezzolini, Capelli, Bellini, Ardemagni. All. Colantuono.
Gubbio (4-2-3-1): Donnarumma; Almici, Benedetti, Bartolucci (24′ st Mendicino), Farina; Buchel, Raggio Garibaldi; Bazzoffia, Ragatzu (1′ st Giannetti), Montefusco (1′ st Briganti); Ciofani. In panchina: Farabbi, Smacchia, Kraus, Caracciolo. All. Pecchia.
Arbitro: Gava di Conegliano

forbes

Marcatori: 23′ pt Bazzoffia, 30′ pt Moralez, 38′ pt Tiribocchi, 3′ e 7′ st Giannetti, 32′ st Gabbiadini, 42′ st Raggio Garibaldi.
Note: espulso al 22′ st Tiribocchi. Recupero: 2t 4′.

(foto: www.atalanta.it)

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleAlbinoleffe: dura lezione dal Cagliari in Coppa Italia
Next articleSerie B: Samp e Padova aprono le danze con un pari spettacolare