Alla vigilia dell’esordio in campionato a Marassi, nonostante la fede nella Dea, erano in molti ad augurarsi un risultato positivo, pochi a scommetterci. Un atteggiamento frutto dello scarso entusiasmo nelle operazioni di calciomercato. Ecco, invece, l’Atalanta pronta a smentire e, se possibile, meravigliare. Chi scrive aveva pronosticato un 2-2, ovvero un pareggio con tanti gol (senza scommettere, ndr). Ma anche sottolineato come, nel bene o nel male, il confronto con il Genoa non avrebbe dovuto affrettare il giudizio sulla squadra. La squadra di Colantuono è scesa in campo con l’atteggiamento e l’assetto giusti, sostenuta da una buona condizione generale e, soprattutto, da forti motivazioni. Il tecnico nerazzurro avrà già fatto l’elenco delle cose buone e quelle da rivedere. Il piccolo gaucho Moralez sarà stata una scoperta per i più, di certo non per Pierpaolo Marino. Chi dubitava della mobilità e freschezza di Denis si è dovuto ricredere perché il Tanque è andato ad un passo dal colpo grosso in zona Cesarini. La prova di Moralez è stata sopra le media perché l’argentino ha senso di posizione, visione di gioco, intelligenza tattica. E soprattutto perché di fronte non aveva degli sprovveduti. Al tempo stesso ci si deve augurare che Moralez continui a garantire il suo apporto di grande qualità, senza però addossargli il destino dell’Atalanta. Che dipende dalla squadra nel suo complesso e dalla capacità che avrà Colantuono di adattarla all’avversario di turno. In due parole: solidità e versatilità, che riguarda i due esterni (Schelotto e Bonaventura hanno ben funzionato) e i centrali di centrocampo (con tante soluzioni a disposizione). Qualche sbavatura in difesa c’è stata, non solo riferita al tocco di testa di Lucchini che ha impedito il rinvio di Peluso e consegnato palla a Mesto per il pareggio. Si riparta dalle tante cose buone, senza illudersi che sia facile replicarle senza la corsa e piena concentrazione. L’Atalanta è partita con il piede giusto ed è già su di Moralez (foto: www.atalanta.it)

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSerie A. Juve stellare, disastro Roma, Palermo MangiaInter
Next articleSerie B: posticipi favorevoli a Torino e Sampdoria