(Commento di Ester Alessi) – Ha il dolce sapore della vittoria l’esordio nella massima competizione europea per Bennet Cantù e Monte Paschi Siena. I campioni d’Italia fanno il colpo, espugnando il campo dell’esordiente Unics Kazan ( 71 – 79 ), mentre i ragazzi di coach Trinchieri regolano a domicilio i francesi della Sluc Nancy ( 80 – 69 ).

Nel dettaglio, i primi due punti in classifica, Siena li incamera dopo aver risolto un match per nulla facile, lo testimonia il fatto che nel secondo quarto sia dovuta rientrare per ben due volte da uno svantaggio di -11. I Russi guidati dallo scatenato ex Domercant ( 30 punti per lui ) fanno di tutto per regalare ai propri tifosi la prima vittoria, ma Mc Calebb ( 17 punti ) e Kaukenas ( 14 punti ) schiantano la loro resistenza nell’ultimo e decisivo quarto. Per coach Pianigiani riparte la caccia alla final four.

forbes

L’impianto di Desio ospita invece il ritorno da protagonista di Cantù nel basket europeo che conta. Il secondo posto della scorsa stagione regala alla Bennet la sfida con la superstar NBA Nicolas Batum ( assolutamente incontenibile nella prima parte di gara ). Conclusi i primi due quarti in assoluta parità, la difesa lombarda ( che ritrova la propria consistenza ) ed un ottimo Cinciarini ( 15 punti realizzati ) accendono l’entusiasmo degli oltre 4000 appassionati che a fine incontro festeggiano una vittoria attesa da 17 anni.

La rinnovatissima ed ambiziosa Armani Jeans Milano ospita invece i vicecampioni d’Europa del Maccabi Giovedi sera, ottimo test per dare un’immediata risposta a chi vede la squadra di coach Scariolo già in difficoltà dopo la sconfitta subita nell’anticipo della seconda giornata di campionato dalla Scavolini Pesaro.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleChampions: Milan vince e mantiene passo e punteggio del Barcellona
Next articleTennis: dopo l’impresa in Davis, fine stagione in calo