Quarantotto punti in 48 ore. Sembra il titolo di un film ad alta tensione. E’ il riassunto dell’avventura del Montepaschi Siena in quel di Atene, opposta nei quarti di Eurolega basket allo squadrone dell’Olympiacos. In gara 1, martedì 22 marzo, i greci avevano passeggiato con la formazione toscana. Quando i padroni di casa avevano abbondantemente superato il giro di boa dei 40 punti, Siena ne aveva messi a segno appena 9. Davanti alla tv veniva da chiedersi che si stava assistendo ad una gara europea di alto livello oppure a un telefilm di una squadra da college su Disneychannel. L’incubo è maturato alla fine del primo incontro, quando l’Olympiacos ha vinto 89-41 doppiando gli avversari. Pure in atteso del riscatto dovuto da parte del Montepaschi Siena, ad essere ottimisti ci si aspettava che la squadra perlomeno riuscisse ad evitare un altro cappotto, limitare i danni per poi giocarsela in casa. I senesi hanno fatto di più, sono riusciti a sovvertire il pronostico e cancellare i fantasmi. La gara2, infatti, si è conclusa con il punteggio di 82-65 (+17 a favore di Siena), con un score di 8 punti di vantaggio nei primi due quarti (12-20 e 31-39) e 10 al termine del terzo (51-61). Malik Hairston un autentico gigante: ha segnato 19 punti, contribuendo a fare la differenza recuperando palloni e rimbalzi. Da martedì 29 marzo si ricomincia, sotto il cielo della Toscana. Da gara3 in avanti tutto può succedere.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleRugby: Masi nominato miglior giocatore del Sei Nazioni
Next articleL’Italia di Prandelli ipoteca la fase finale di EURO 2012