Fantastica medaglia di bronzo di Lukas Hofer nei Mondiali di biathlon in corso di svolgimento a Khanty Mansiysk. Il ventiduenne carabiniere di San Lorenzo di Sebato si è piazzato terzo nella mass startvinta dal norvegese Emil Svendsen davanti al russo Evgeny Ustyugov.Una duraspettacolare, dagli altissimi contenuti tecnici, in cui i protagonisti si sono dati battaglia sin dal primo poligono di tiro. Hofer è stato sempre nelle posizioni di vertice grazie ad una superba provacol fucile,fallendo soltanto l’ultimo dei venti colpi. Un errore che rischiava di costargli il posto sul podio, perchè dietro a luigli arrembanti norvegesicercavano la rimonta. Invece Lukas ha mantenuto il sangue freddo, arrivando addiritura ad agganciare Svendsen e Ustyugov in vista del traguardo, poi lo scatto del norvegese ha fermato la sua progressione che gli è comunque valsa uno storico bronzo. Era dai Mondiali di Pokljuka del 2001 che l’Italia non piazzava un proprio rappresentante fra i primi tre, Hofer è riuscito nell’impresa e la sua classe promette nuove soddisfazioni in futuro, visto che pure la classifica generale di Coppa del mondo gli sorride col settimo posto. Al via c’erano altri due italiani: Christian De Lorenzi ha terminato ventitreesimo, Markus Winidsch ventottesimo.

Nella mass start femminile l’oro è andato alla tedesca Magdalena Neuner sulla bielorussa Darya Domracheva e la norvgese Tora Berger. Undicesima una competitiva Michela Ponza, penalizzata da due errori nell’ultima serie, promettente ventunesima piazza per la giovane Dorothea Wierer.

forbes

forbes
Previous articleSci: Kostelic vince la Coppa del mondo maschile
Next articleAlbinoleffe: vittoria carezzata, rimonta subita