Prima della fine dell’anno solare, era apparso naturale analizzare amaramentela decisione assunta dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica di far disputare il derby delle Puglie tra Lecce e Bari, in programma allo Stadio del Mare il giorno dell’Epifania, a porte chiuse. Sembrava non potesse bastare la separazione delle due tifoserie, alla luce degli incidenti accaduti nel maggio 2008 quanto il pubblico barese occupava un settore distinto, ovvero la curva sud.Nel pomeriggio di lunedì 3 gennaio è giunta la sospirata svolta. Il pubblico sugli spalti ci sarà. Aisostenitori del Bari, in possesso della tessera del tifoso, sarà riservato l’intera curva sud, che ha una capienza di 6.300 posti.Sitratta di un’importanza prova di fiducia perconsentire alle due tifoserie di riconciliarsi con il calcio giocato vivendo sportivamente il primo appuntamento ufficiale del 2011. Si diceva peccato per tanti motivi. Ora si può dire:bene per quelle famiglie che il giorno dell’Epifaniahanno vogliadistaccare il biglietto per lo stadio;bene per i tanti bambini che, dopo la magia del regalo,vogliono godere di una bella giornata con i propri eroi sul campo; bene per l’opportunità offertaalle tifoserie organizzate che in questa circostanza possonoassumere un impegno concreto e cogliere l’occasione perdimostrare di meritare l’apertura da parte dei responsabili dell’Ordine e della Sicurezza.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSci: Merighetti ottima quarta al parallelo di Monaco
Next articleBasket: non è mai troppo tardi, Mr Dan Peterson!