La Mclaren di Lewis Hamilton trionfa nel GP di Cina, terza prova del campionato mondiale 2011. L’inglese è autore nel finale di una splendida sfida per la vittoria con il rivale Sebastian Vettel, su Red Bull, partito in pole position, che deve accontentarsi della seconda posizione alle spalle del pilota britannico Terza l’altra Red Bull di Mark Webber, che sale sul terzo gradino del podio. Quarto e quinto arrivano Jenson Button e Nico Rosberg. Le Ferrari di Felipe Massa e Fernando Alonso hanno rispettivamente concluso in sesta e settima posizione. Il terzo atto del Campionato del Mondo di Formula 1 andato in scena presso lo Shanghai International Circuit, assegna solo le posizioni di rincalzo alle Rosse. Entrambi i piloti hanno effettuato due pit-stop ciascuno: Massa al giro 15 e al giro 33, Alonso al giro 16 e al giro 32. Una strategia sbagliata, a conti fatti. Secondo Stefano Domenicali non sarebbe cambiato molto se la Ferrari avesse fatto tre soste invece di due. Massa combatte fino all’ultimo per un piazzamento sul podio, giungendo a 15″ dal vincitore. Alonso, autore di una brutta partenza, perde tempo dopo il primo pit-stop dietro Schumacher perdendo contatto dal gruppo di testa. Il passo di gara di Alonso, comunque, risulta molto lento. L’aerodinamica rappresenta il tallone d’Achille della macchina di Maranello.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSerie A: Milan marcia verso lo scudetto, l’Inter abdica
Next articleGolf: Manassero trionfa in Malesia alla vigilia del 18° compleanno