Il catastrofico terremoto che ha sconvolto il Giappone ha indotto sapientemente la Federazione internazionale di Pattinaggio ad annullare i Campionati del mondo di pattinaggio artistico, previsti a Tokyo dal 21 al 27 marzo. Dopo le devastazioni provocate dal sisma e dallo tsumani dell’11 marzo nel nord-est del Paese, il campionato di calcio giapponese si ferma per tutto il mese di marzo. Profondamente colpita la squadra del club Vegalta Sendai, che rappresenta la città e la regione con i danni più rilevanti e un numero di vittime impressionante. Nel momento della massima emergenza, legata anche alla critica situazione nella centrale nucleare di Fukushima, tutto il movimento sportivo del Sol Levante è fermo. Tuttavia la federcalcio nipponica ha deciso di confermare le due amichevoli che la nazionale allenata da Alberto Zaccheroni dovrà disputare il 25 marzo a Shizuoka contro il Montenegro ed il 29 marzo a Tokio contro la Nuova Zelanda. Ecco le parole del segretario della federazione giapponese Kozo Tashima: “Disputando queste due partite nonostante quello che è successo vuol dire molto, soprattutto in questo momento. Abbiamo bisogno di ricominciare a vivere, dobbiamo dare questo messaggio a tutto il resto del mondo. Anche lo sport in genere, non solo il calcio, può essere un viatico per risollevare le sorti del Giappone“.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSerie A: solo pari per il Milan, alla Roma il derby capitolino
Next articleLaser e stupida violenza