Come si fa a non lasciarsi vincere dall’emozione quando si assiste al tributo che tutti i protagonisti del motomondiale, di ogni classe, hanno voluto rendere a Marco Simoncelli? Alle 10:10 di domenica 6 novembre, sul circuito di Valencia, non si è chiusa la stagione agonistica, semmai si è aperto un nuovo capitolo di storia delle due ruote a motore. Perché si può essere più o meno competitivi e performanti, ma sicuramente i piloti hanno dato prova di grande condivisione degli ideali e delle qualità, umane e tecniche, che il Sic ha saputo diffondere in sella alla sua moto. Ci è salito ancora una volta, grazie alla guida di Kevin Schwantz che ha condotto la Honda RC212V di Marco Simoncelli per un lungo, memorabile giro di pista, con tutto il conseguente casino che ha fatto gioire la sua anima e scatenato il grande, inconfondibile sorriso che ora si apre come raggi di sole tra le nuvole. Il Sic davanti e tutti dietro con l’inseparabile Valentino Rossi che ha indossato una maglia bianca con il numero 58 e tenuto in pugno una bandiera di Marco. Solo la Honda guidata da Schwantz ha tagliato il traguardo, gli altri rigorosamente al di là. Scesi dalla moto, i piloti di MotoGP si sono allineati sulla linea del traguardo, quelli delle altre classi sono rimasti in sella ad assistere all’omaggio reso con lo scoppio delle tracas, i petardi che gli spagnoli usano per i festeggiamenti. Tutto questo mentre dall’alto del paddock veniva srotolata una grande foto di Marco Simoncelli. Non ci si dimenticherà di lui, si può esserne certi.

Per la cronaca, la gara di MotoGPè appannaggio ancora una volta di Casey Stoner, riconfermatosi con largo anticipo campione del mondo. Ma la nota più bella arriva da Moto2, gara in cui il pilota pugliese Michele Pirro del team Gresini, lo stesso del compianto Simoncelli, ottiene la prima vittoria in carriera. Nella classifica finale di Moto GP il Sic finisce a pari punti con Valentino Rossi,ma davanti al pluricampione pesarese per via dei migliori piazzamenti. Anche questo serve a ricordarlo imperituramente.

forbes
close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleVolley: tris di vittorie per l’Italia femminile alla World Cup
Next articleKenya protagonista sulle strade della Grande Mela