L’Albinoleffe dimentica subito la buona prova infrasettimanale valsa la vittoria contro il Padova e torna a denunciare una fase difensiva a dir poco imbarazzante. Dopo una partita senza gol al passivo, come non avveniva da tempo, l’Albinoleffe cede pesantemente sul proprio campo al Livorno, finendo seppellito ancora una volta sotto una valanga di gol e diventando la squadra più perforata della serie B. Un primato che fa risuonare l’ennesimo campanello di allarme. La squadra seriana concede il doppio vantaggio nel primo quarto d’ora, replicando il favore ad inizio di ripresa. Walter Novellino trova la quadra in attacco dove manca Dionisi ma le soluzioni in chiave offensiva si rivelano più che efficaci e il Livorno torna al successo interrompendo un digiuno che durava dal 17 settembre. Fortunato opta per il 4-4-2, dovendo rinunciare a Cocco infortunato e schierando Torri in coppia con Cisse. Per il resto confermato il telaio anti-Padova con Previtali e Girasole in panchina.

Livorno all’attacco nelle prime battute di gioco, poi al 5’ nel giro di pochi secondi il portiere livornese Mazzoni salva di piede su botta di Cisse e su capovolgimento di fronte Tomasig si oppone con bravura a Belingheri che, sulla successiva azione da corner, in semirovesciata colpisce il palo. Al 9’ Foglio si destreggia bene sulla trequarti tra due avversari e prova a sorprendere Mazzoni senza riuscire a centrare lo specchio della porta. Al 13’ il Livorno passa in vantaggio con un bel fraseggio corale palla a terra iniziato e concluso da Piccolo che riceve da Paulinho e mira con successo nell’angolo alla destra di Tomasig. Al 15’ la squadra labronica raddoppia su una grossa indecisione di Tomasig che esce per anticipare Paulinho ma respinge corta e per Schiattarella è gioco facile infilare la rete. L’Albinoleffe non reagisce e il Livorno si rende ancora pericoloso con Paulinho che di testa sfiora la traversa. Un minuto dopo scatto in avanti dei seriani con Foglio che prova a piazzare il pallone all’incrocio dei pali sbagliando la mira. Poi Cisse conclude due volte, devia di testa un cross di Cristiano senza trovare la porta e alla mezz’ora con un tiro debole dal limite dell’area. La squadra seriana prende coraggio e si affaccia più frequentemente in area livornese. Due volte al tiro Torri, che prima trova il muro difensivo e poi calcia debolmente dai 16 metri, poi la grande occasione per Cisse che, liberato da Cristiano di fronte al portiere Mazzoni, preferisce l’assist al centro dell’area dove Bernardini anticipa Torri e libera. Al 41’ azione di Laner che serve Cisse la cui bordata viene respinta con i pugni da Mazzoni. Al 44’ Cristiano si libera in area e calcia con potenza costringendo il portiere livornese alla respinta, Laner raccoglie il pallone e da oltre venti metri sfiora il palo. Dopo 2’ della ripresa il Livorno mette al sicuro il risultato con Belingheri che si inserisce da sinistra in area su assist di Schiattarella, complice una difesa praticamente immobile. I seriani provano a rialzare la testa con una caparbia azione di Laner con tiro parato da Mazzoni e un colpo di testa di Torri che finisce a lato. Al 10’ discesa di Perticone che impegna Tomasig nella deviazione in angolo. Dal corner nasce il quarto gol livornese con un colpo di testa di Salviato che colpisce la traversa e Belingheri che con un tap in insacca. Al 13’ stacco di testa di Cisse su corner e pallone che scheggia la traversa. Un minuto dopo un cross rasoterra di Foglio attraversa tutta l’area piccola livornese senza che Cisse e Torri riescano a intervenire. Al 22’ Germinale, subentrato a Torri, per poco non sorprende Mazzoni con una deviazione su tiro di Hetemaj. Entrano anche Girasole e Previtali, ma al 36’ Paulinho si libera di D’Aiello e Bergamelli e sfiora la quinta rete mandando il pallone d’un soffio a lato. Al 41’ Cristiano scende sulla destra, sii accentra e tira in diagonale, Mazzoni para senza difficoltà. Sul terreno di gioco, soleggiato per tutta la durata della partita, si allungano le ombre. Ma nella zona della porta dell’Albinoleffe, dove piovono troppi gol, si attende una schiarita.

forbes

VIDEO:Fortunato, con il Livorno una metamorfosi negativa

ALBINOLEFFE-LIVORNO 0-4

Albinoleffe (4-4-2) : Tomasig 5 Daffara 5 D’Aiello 5 Bergamelli 5 Piccinni 5 Cristiano6.5 Laner 5.5 Hetemaj 5.5 (32’ st Previtali sv) Foglio 6 (19’ st Girasole av) Cisse 5.5 Torri 5 (19’ st Germinale sv). A disposizione: Offredi, Malomo, Luoni, Pacilli. Allenatore: Fortunato

Livorno (4-1-4-1): Mazzoni 6.5 Perticone 6.5 Bernardini 6.5 Lambrughi 6.5 (8’ st Salvato 6 ) Miglionico 6 Genevier 6 Piccolo 7 (20’ st Bigazzi 6) Luci 6.5 Belingheri 7 Schiattarella 6.5 (24’ st Barone 6) Paulinho 6 A disposizione: De Lucia, Dell’Agnello, Rampi, Remedi. Allenatore: Novellino

Arbitro: Magnani di Aprilia 6

Marcatori: pt 13’ Piccolo 15’ Schiattarella; st 2’ e 12’ Belingheri

Note: ammoniti Cisse, D’Aiello, Belingheri. Recuperi: It 1’, 2t 3’

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleF1: a Suzuka titolo bis per Sebastian Vettel
Next articleSerie B: Toro scatenato, Padova a ruota