L’Italia sorride ancora. Lo Bianco e compagne con una prestazione senza sbavature travolgono letteralmente la Thailandia e continuano a coltivare le speranze di qualificarsi per le semifinali. Era importante vincere ed era importante farlo con una differenza ampia. E questo è stato. Le azzurre si sono imposte per 3-0, ma soprattutto per 75-44 nel computo dei punti, che ha dato una bella aggiustata al quoziente punti.

Nell’ultimo incontro della seconda fase l’Italia affronta Cuba, e l’imperativo è lo stesso, anche se quando il sestetto tricolore scenderà in campo gli Stati Uniti avranno già concluso i loro impegni della seconda fase contro il Brasile (che oggi ha staccato il biglietto per le semifinali) e quindi già conoscerà una buona parte del suo destino.

forbes

La partita con la Thailandia, squadra bravissima nella fase di cambio-palla era temuta dallo staff italiano, invece per due set (25-13 25-12) le azzurre sono state assolute padrone del campo. Servendo bene, ricevendo meglio ed attaccando con percentuali ottime. Le asiatiche non hanno potuto far altro che guardare, ma non si sono arrese e sono tornate in campo nel terzo set per riaprire il match. L’Italia è stata brava a non deconcentrasi, ha lottato palla su palla, anche quando si è trovata in svantaggio di tre lunghezze (10-13). Sul 18-18 Barbolini ha inserito Bosetti al servizio ed ancora una volta l’ingresso della giovane lombarda è stato positivo e determinante. Quattro punti consecutivi di Simona Gioli (nella foto)hanno ribaltato la situazione e di slancio hanno chiuso la sfida.

ITALIA-THAILANDIA 3-0 (25-13 25-12 25-19)

ITALIA: Arrighetti 10, Ortolani 13, Piccinini 8, Gioli 15, Lo Bianco 1, Del Core 5. Libero: Cardullo. Rondon, Bosetti. Non entrate: Crisanti, Barcellini, Di Iulio. All. Massimo Barbolini

THAILANDIA: Pleumijt 9, Nootsara 1, Onuma 11, Amporn 1, Malika 2, Wilavan 7. Libero: Pyanut. Kamonporn, Em-Orn, Sutadta, Utaiwan 5. Non entrate: Rasamee. All. Radchatagriengkai.

Arbitri: Karampetsos (Gre) e Jovanovic (Srb).

Spettatori: 500. Durata set: 17, 19, 21.

Italia: bs 3, bv 3, m 9, e 5.

Thailandia: bs 9, bv 1, m 2, e 14.

L’ultima avversaria delle azzurre prima della fase finale di Tokyo è la ringiovanita Cuba, squadra potente e dotata fisicamente, ma abbastanza incostante nel rendimento. La grande novità di Cuba è tattica, dopo tantissimi anni in cui ha vinto tutto con il “4-2” (modulo con la doppia alzatrice) da quest’anno è passata al “5-1” quello più comune. La stella della squadra è la schiacciatrice Carcaces, che aspira a ripercorrere la carriera delle grandi Mireya Luis e Yumilka Ruiz.

Si conoscono già i nomi di tre delle quattro semifinaliste del Mondiale: Russia e Brasile, le finaliste del 2006, più il Giappone padrone di casa. La quarta uscirà dal duello a distanza tra Stati Uniti e Italia, con le nordamericane che hanno una vittoria in più e un buon quoziente punti, ma devono affrontare l’imbattuto Brasile. Le azzurre, vincendo nettamente per 3-0 sulla Thailandia, hanno leggermente migliorato i loro numeri, ma sono costrette a sperare nelle disgrazie altrui per entrare tra le prime quattro. Sabato13 e domenica 14 novembre a Tokyo sono in programma semifinali e finali.

SECONDA FASE

Pool E (Tokyo) – 6 novembre: Perù-Russia 0-3, Polonia-Corea del Sud 3-2, Serbia-Turchia 0-3, Giappone-Cina 1-3. 7 novembre: Perù-Corea del Sud 1-3, Polonia-Russia 0-3, Serbia-Cina 3-1, Giappone-Turchia 3-1. 9 novembre: Perù-Turchia 0-3 (15-25 18-25 20-25), Polonia-Cina 0-3 (21-25 23-25 18-25), Serbia-Russia 0-3 (19-25 8-25 12-25), Giappone-Corea del Sud 3-0 (25-22 25-17 25-19). 10 novembre: Perù-Cina, Polonia-Turchia, Serbia-Corea del Sud, Giappone-Russia. Classifica: Russia 12, Giappone 10, Serbia, Corea del Sud, Turchia 6, Cina, Polonia 4, Perù 0.

Pool F (Nagoya) – 6 novembre: Brasile-Thailandia 3-0, Olanda-Cuba 3-1, Rep. Ceca-Stati Uniti 0-3, Italia-Germania 3-1. 7 novembre: Brasile-Cuba 3-1, Olanda-Thailandia 1-3, Rep. Ceca-Germania 0-3, Italia-Stati Uniti 3-1. 9 novembre: Brasile-Germania 3-0 (25-16 25-13 25-21), Olanda-Stati Uniti 0-3 (17-25 22-25 18-25), Italia-Thailandia 3-0 (25-13 25-12 25-19), Rep. Ceca-Cuba 1-3 (22-25 30-28 22-25 23-25).10 novembre: Brasile-Stati Uniti, Olanda-Germania, Rep. Ceca-Thailandia, Italia-Cuba (ore 10.30). Classifica: Brasile 12, Stati Uniti 10, Italia 8, Germania 6, Olanda, Cuba 4, Thailandia, Rep. Ceca 2.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleMondiali di Scherma: Sciabolatori in semifinale, Moellhausen di bronzo
Next articleMondiali di scherma: argento a squadre nella sciabola