Oscar Pistorius riusce a vincere nella finale dei 100 metri ai Mondiali di atletica paralimpica di Christchurch in Nuova Zelanda, dove s’impone invece lo statunitense Jerome Singleton. I due atleti, amputati di gamba sotto il ginocchio, fanno segnare incredibilmente lo stesso tempo (11″33) ma l’americano taglia il traguardo 2 millesimi di secondo prima del sudafricano. Stesso tempo cronometrato per Singleton e Pistorius, con solo 2 millesimi a dividerli. Pistorius era stato già sconfitto ad Atene 2004, preceduto dagli statunitensi Shirley e Frasure. Nella finale mondiale dei 100 metri paralimpici in Nuova Zelanda tutti gli atleti fanno fermare il cronometro sotto i 12″. Per Singleton si tratta della rivincita di Pechino 2008, dove Pistorius lo superò per soli 3 centesimi. Pistorius si consola avendo già vinto il titolo sui 200 metri e dovendo gareggiare ancora nei 400 piani e nella staffetta e 4×100. Jerome Singleton ha 24 anni come Pistorius ed è trilaureato in ingegneria, fisica e matematica.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSlalom di Schladming: Grange vince ancora; 4° Manfred Moelgg
Next articleAustralian Open: esce a sorpresa Nadal, Pennetta in finale doppio