L’Italia c’è. Sul parquet di Catania ha battuto la Germania e posto qualcosa di più di una ipoteca sul passaggio alla terza fase che verrà sancito sabato sera dopo la sfida con il Portorico, in questo momento fanalino di coda della pool con zero vittorie. Sostenuto da un pubblico di oltre 5000 persone, il sestetto italiano ha perduto il primo set, poi è cresciuto ed ha annichilito le speranze germaniche. Eccezionale la prova di Simone Parodi e Cristian Savani, ma sarebbe ingeneroso non ricordare, che Vermiglio è stato un regista ed un capitano eccellente, che a muro Birarelli e Mastrangelo hanno “toccato” moltissimo, che Marra in difesa si è superato. Bene anche lasko subentrato a Fei, 13 punti e un eloquente 57%.

L’Italia ha ceduto il primo set dopo essere partita bene. Dopo pochi scambi Anastasi, che inizialmente aveva mandato in campo il sestetto titolare, ha cambiato Savani con Cernic, in quanto il martello mantovano ha accusato un piccolo problema alla caviglia destra. La Germania ha chiuso 25-21, ribaltando una situazione di svantaggio da 14-16 a 19-16, avvantaggiata da una serie di errori in attacco italiani. In campo non si è visto il miglior Fei e nel finale al suo posto è entrato Lasko. Al rientro in campo Anastasi ha reinserito Savani in coppia con Parodi e la squadra ne ha tratto decisamente giovamento. Cristian si è salto in attacco (6 su 6) facendo vedere tutti i suoi colpi, si è reso prezioso a muro, ha fatto il suo dovere in battuta. Tutta la squadra italiana è cresciuta in difesa, dove nessuno si è risparmiato. Lasko ha rilevato Fei. Con una ricezione migliorata Vermiglio ha potuto far vedere il suo repertorio di invenzioni ed è arrivato il 25-19. La Germania ha cercato di riorganizzarsi nel terzo, ma il suo vantaggio iniziale è durato soltanto sino al 15-13, poi il muro tricolore, con un Mastrangelo davvero scatenato ha fatto la differenza. Ed il parziale ha cambiato padroni. Gli azzurri hanno operato il sorpasso grazie a due battute vincenti di Savani (16-15) per volare) avanti sino al 25-21. Nel quarto set si è visto un autentico Parodi show, l’attaccante ligure ha fatto cose eccellenti, ha chiuso con uno score di ben 11 punti ed ha lanciato gli azzurri verso la qualificazione.

forbes

ITALIA-GERMANIA 3-1 (21-25 25-18 25-21 25-18
ITALIA: Vermiglio 2, Parodi 19, Mastrangelo 8, Fei 2, Savani 15, Birarelli 7. Libero: Marra. Cernic, Lasko 11, Zaytsev. Non entrati: Travica, Sala. All. Anastasi.

GERMANIA: Steuerwald 1, Andrae 11, Gunthor 5, Grozer 12, Kromm 15, Bohme 9. Libero: Tille. Dunnes, Tischer, Kaliberda, Schwarz 1, Schops 1. All. Lozano.

ARBITRI: Wang (Chn) e Al Khelaifi (Ksa).

Spettatori: 5000. Durata set: 27, 24, 23, 22.

Italia: bv 4, bs 12, m 12, e 13.

Germania: bv 3, bs 16, m 2, e 11.

Seconda fase – Seconda giornata: Pool G Germania-Italia 1-3. Classifica: Germania 3, Italia 2, Porto Rico 1. Pool H Messico-Cuba 0-3. Classifica: Cuba 3, Serbia 2, Messico 1. Pool I Spagna-Russia 3-2. Classifica: Russia 3, Spagna 2, Egitto 1. Pool L Camerun-Stati Uniti. Classifica: Rep. Ceca 2,Stati Uniti 1, Camerun. Pool M: Giappone-Francia 0-3. Classifica: Francia 3, Argentina 2, Giappone 1. Pool N: Bulgaria-Polonia 3-0. Classifica: Brasile, Bulgaria e Polonia 2.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleMatthews, australiano di Varese, si laurea iridato under 23 di ciclismo
Next articleGiorgia Bronzini nuova campionessa del mondo di ciclismo su strada