L’annuncio era atteso. Annuncio è stato nello stile di Valentino Rossi, che dopo sette anni lascia la Yamaha per giurare fedeltà ad una “rossa”, l’italiana Ducati. Dopo il GP di Brno, dove è giunto quinto, Valentino lascia che la casa giapponese trasmetta una email con tanto di comunicato ufficiale. Subito dopo Rossi fa pervenire una lettera scritta a mano con cui dice addio alla Yamaha. Contratto biennale, con ingaggio annuo di 13 milioni, fa sapere la Ducati, raggiante per il matrimonio tutto italiano con cui si ripromette di far rivivere i fasti del sodalizio tra Giacomo Agostini e la MV Agusta. Con la Yamaha Valentino ha vinto quattro titoli nella MotoGP, ma – come lui stesso ha scritto – anche le più belle storie d’amore finiscono

.

forbes
close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleL’Italvolley femminile si rilancia nel World Grand Prix
Next articleMurray si conferma re di Toronto, 7-5 7-5 a Federer