Alla vigilia del match tra Francia e Nuova Zelanda in tanti si erano cimentati nella tattica del risultato pilotato o quasi per evitare di scontrarsi con Australia e Sudafrica sul cammino verso la finale. Solo che il rugby appartiene a una filosofia dello sport lontana anni luce da calcoli che non siano attinenti alla ricerca della vittoria. Così è stato per gli All Blacks che, dopo essere usciti per due volte dalla rassegna iridata per mano della Francia, hanno inferto una severa lezione ai transalpini, sconfitti 37-17 davanti ai 60 mila spettatori dell’Eden Park di Auckland, che hanno esultato per le cinque mete messe a segno dai padroni di casa. I Bleus sono stati letteralmente soverchiati dgli All Blacks nel primo tempo e incapaci si reagire nel secondo tempo. I neozelandesi sono primi nel girone e vendicano sul campo la sconfitta cocente subita a Cardiff 2007. La corsa alla conquista della Rugby World Cup è appena iniziata e c’è tempo anche per clamorose rivincite.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleVolley: buona la prima all’Europeo per l’Italia femminile
Next articleTennis: Oswald si ripete a Bergamo dopo due anni