Elena Runggaldier ha vinto la medaglia d’argento nel salto femminile ai Mondiali di sci nordico in corso a Oslo Holmenkollen: l’azzurra ha ottenuto il secondo posto dietro all’austriaca Daniela Iraschko (231 punti con un salto da 97 metri contro i 219 della Runggaldier frutto di 93 metri e mezzo di lunghezza) e davanti alla francese Coline Mattel. Per l’azzurra, amica del cuore della povera Simona Senoner (scomparsa tragicamente a inizio anno) si tratta della prima medaglia mondiale della carriera, così come lo è per la nazionale allenata da Fabian Ebenhoch, al terzo appuntamento iridato nella storia. L’argento della Runngaldier è anche la prima medaglia nella storia per il salto azzurro. Le altre azzurre: ottava Evelyn Insam, tredicesima Lisa Demetz e 27esima Roberta D’Agostina.

Elena Runggaldier dedica la medaglia a Simona Senoner alla sua famiglia, oltre che all’allenatore Fabian Ebenoch e alle sue compagne, che hanno sofferto tantissimo la sua perdita. “Prima di saltare sia la prima che la seconda volta ho guardato il cielo e le ho detto “aiutami a volare amica mia”, e lei mi ha fatto vincere questa medaglia che per me è assolutamente inaspettata”

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSci Alpino: Maria Riesch riparte in Coppa del Mondo vincendo la supercombinata
Next articleSerie B: pari casalinghi per Padova e Livorno