Il “dream team”, composto da Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo ed Ilaria Salvatori subisce la sconfitta nella finale mondiale, ad opera della Russia, col punteggio di 45-44. Una sorta di “vendetta” quella della formazione russa dopo la sconfitta subita agli Europei di Sheffield, che replica quanto avvenne a Torino2006.
“Peccato – ammette a caldo Valentina Vezzali -, ma “Meglio perdere adesso che tra un anno – il commento di Valentina Vezzali, riferendosi all’appuntamento con le Olimpiadi di Londra. A un passo dal titolo, ma la Russia si è dimostrata squadra fortissima. Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo ed Ilaria Salvatori, dopo aver vinto il primo match di giornata contro il Messico, per 45-14, avevano superato i quarti vincendo contro l’Ungheria per 45-30. In semifinale le azzurre del CT Stefano Cerioni avevano sconfitto la Polonia, finalista dello scorso anno a Parigi2010, per 45-31.
La sciabola maschile invece, conquista la medaglia di bronzo. Montano, Tarantino, Occhiuzzi e Pastore, nella ripetizione della finale degli Europei di Sheffield, superano ancora una volta la Germania, col punteggio di 45-40. I quattro, dopo l’agevole vittoria all’esordio contro Hong Kong per 45-18, avevano sconfitto gli Stati Uniti per 45-42, prima di perdere dalla Bielorussia per 45-43.
Gli applausi di giornata sono però da tributare tutti alla squadra di fioretto maschile paralimpico (composta da Matteo Betti, Andrea Macrì, Marco Cima e Alessio Sarri) che non solo conquista una storica medaglia d’argento, ma stacca il pass per le Paralimpiadi di Londra2012.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleVolley: per la terza volta Trento sul tetto del mondo
Next articleRubgy: Francia prima finalista del mondiale