Prima sconfitta dell’era Leonardo e l’Inter arresta la sua rincorsa alla vetta. Lo stop arriva da Udine, dove la formazione nerazzurra, senza Milito, passa per prima in vantaggio dopo 16’ con Stankovic, in assoluto il migliore dei suoi, il quale si vede negare il raddoppio da un eccellente Handanovic. Subito dopo sale in cattedra l’Udinese, che disputa una partita esemplare, giocando in velocità e mettendo in crisi la difesa interista. Il pari della squadra di Guidolin arriva al 21’ con un colpo all’incrocio dei pali di Zapata, che piega la mano di Castellazzi. Al 25’ Totò Di Natale porta in vantaggio i friuliani con un calcio di punizione magistrale. Da quel momento solo Udinese. Castellazzi si oppone prima a Pizzi e poi a Domizzi, che al 24’ del secondo tempo lo anticipa siglando il 3-1 definitivo. Il Milan piega il Cesena nel posticipo serale a San Siro con il solito apporto deciso di Ibrahimovic, autore di un gol e mezzo. La squadra romagnola resiste per tutto il primo tempo alla spinta offensiva rossonera, orchestrata da Cassano, Robinho e Ibrahimovic. Al 45’ Pellegrino, nel tentativo di anticipare lo svedese, mette alle spalle del proprio portiere Antonioli segnando il secondo autogol dopo quello che aveva spianato la vittoria della Roma. Nella ripresa Robinho sciupa due ghiotte occasioni, ma al 93’ Ibrahimovic scatta sul filo del fuorigioco e infila Antonioli con un tiro forte e angolato.

Alle spalle del Milan si insedia solitario il Napoli, che approfitta della sconfitta della Lazio a Bologna. I partenopei dominano a Bari, trascinati dall’inarrestabile Lavezzi e dal prolifico Cavani. I due sono protagonisti nelle azioni delle due reti che valgono la vittoria al San Nicola. Al 38’ del primo tempo in gol Lavezzi, che interviene su calcio di punizione di Cavani spiazzando il portiere. Poi il Bari resta in dieci per l’espulsione di Parisi e al 42’ del secondo tempo Lavezzi confeziona l’assist per il 14esimo gol stagionale dell’uruguayano. Giornata decisamente storta per la Lazio, che non smaltisce le tossine per la sconfitta patita nel derby infrasettimanale di Coppa Italia con la Roma e cede sul campo del Bologna. I biancocelestri iniziano alla grande con un gol d’autore siglato da Floccari dopo 5’. Poi entrano in scena i due portieri. Muslera nega il pareggio a Di Vaio che gli si presenta davanti, Viviano si supera per opporsi a Floccari. Il pareggio del Bologna arriva con uno splendido diagonale di Ramirez al 36’ del primo tempo e tre minuti dopo Di Vaio firma il sorpasso. Nella ripresa ancora sugli scudi Viviano che salva il risultato su conclusione di Zarate. La Lazio patisce l’espulsione di Diaz, infine un errore difensivo di Biava allo scadere del tempo regolamentare spiana la strada al raddoppio di Di Vaio. La squadra felsinea risponde ancora una volta sul campo alla difficile situazione societaria che ha già comportato tre punti di penalizzazione in classifica. La Lazio di Reja, invece, viene rimandata a lezione di maturità, perché allo spessore tecnico dell’organico non corrisponde sempre un atteggiamento corretto. Finisce senza reti, ma con tanti infortuni a Marassi, tra Sampdoria e Juventus. L’occasione migliore capita a Pazzini che, davanti a Buffon, sbaglia e poi rimedia un colpo da ko alla caviglia che lo costringe ad abbandonare. Con la Juve decimata, Del Neri non può fare di più. Entrambe le squadre fanno i conti con un campo, quello di Marassi, inguardabile. La Fiorentina agguanta il pareggio casalingo contro il Lecce. Uno scatenato Di Michele porta ripetutamente lo scompiglio nella difesa viola e al 29’ mette a segno il gol del vantaggio. Poi va sul dischetto del rigore mandando il pallone a sbattere sulla traversa. All’11’ della ripresa un colpo di testa di Gilardino riporta la Fiorentina in parità. Il Lecce conferma di attraversare un ottimo momento e guardare con fiducia all’operazione salvezza. I viola ancora alle prese con momenti di black-out. Risultato a occhiali anche al Bentegodi dove il Genoa colleziona una mezza dozzina di occasioni, ma divide la posta con il Chievo.

forbes

Risultati della 21a giornata: Bari-Napoli 0-2 Bologna-Lazio 3-1 Chievo-Genoa 0-0 Fiorentina-Lecce 1-1 Sampdoria-Juventus 0-0 Udinese-Inter 3-1. Giocate sabato: Parma-Catania 2-0 Palermo-Brescia 1-0 Roma-Cagliari 3-0. Posticipo: Milan-Cesena 2-0

Classifica: Milan 44 Napoli 40 Roma 38 Lazio 37 Inter Juventus 35 Palermo 34 Udinese 33 Sampdoria 27 Cagliari 26 Fiorentina Bologna Parma 25 Genoa Chievo 24 Catania 22 Lecce 20 Cesena 19 Brescia 18 Bari 14

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSlalom a Kitzbuehel, Razzoli torna sul podio. Bronzo biathlon
Next articleVolley: coppa Italia maschile a Cuneo che supera Trento