Un calcio di punizione del difensore Bovo regala al Palermo la vittoria contro il Brescia e permette ai rosanero di continuare a sognare la qualificazione in Champions League. La squadra di Delio Rossi incontra non poche difficoltà con le rondinelle che sfiorano il vantaggio con un tiro di Caracciolo che impatta sulla traversa. Alla fine riesce a piegare la resistenza degli avversari.

Il Parma di Hernan Crespo castiga il Catania guidato dal nuovo allenatore argentino Simeone, ex giocatore di Lazio e Inter. Ma il Parma è soprattutto Giovinco, che realizza un gol favoloso su calcio di punizione raddoppiando la rete del vantaggio messa a segno da Candreva.

forbes

La Roma vince all’Olimpico e festeggia il ritorno al gol del suo capitano. Contro il Cagliari, Ranieri schiera Torri e Borriello in avanti, con centrocampo a 4 formato da De Rossi, Perrotta, Simplicio e Taddei. Donadoni invece tiene Matri in panchina. Giallorossi in gol al 21’ con Totti che un calgio di rigore trasforma con una gran botta sotto la traversa. Il penalty viene concesso per una trattenuta di Canini su De Rossi davanti alla porta cagliaritana. Per Totti si tratta del gol n. 249 con la maglia della Roma. Dopo il primo tempo chiuso in vantaggio, nella ripresa la Roma subisce l’iniziativa del Cagliari, che non riesce a trovare il gol del pareggio. Al 20’ Donadoni manda in campo Matri, subito dopo Ranieri richiama Taddei e Borriello sostituendolo con Menez e Vucinic, protagonisti nel derby vittorioso di Coppa Italia con la Lazio. Il cambio produce un immediato effetto, perché la Roma va pericolosamente al tiro al 24’ con De Rossi con Agazzi che vola per deviare in angolo. Su corner di Totti, Juan colpisce di testa, Agazzi non trattiene il pallone e Perrotta è lesto a mettere in rete. La Roma, completamente trasformata, riprende il controllo del gioco. Alla mezz’ora Totti da posizione decentrata per poco non sorprende Agazzi che recupera con uno scatto e abbranca il pallone. Al 36’ Matri arriva davanti alla porta di Julio Sergio ma calcia fuori. Al 40’ Vucinic prova il pallonetto su Agazzi ma la parabola è imprecisa. Al 46’, su angolo di Totti, impetuoso stacco di testa di Mexes che sfiora la traversa. Ma un minuto dopo Menez segna un grande gol superando in velocità la difesa cagliaritana, aggirando Agazzi e appoggiando nella porta sguarnita. Finisce con la standing ovation per Totti e con la Roma che dà spettacolo con Menez incontenibile.

Dopo i tre anticipi della 21a giornata, la Roma sale a 38 punti, in seconda posizione a tre lunghezze dal Milan e con un punto di vantaggio su Napoli e Lazio. Il Palermo raggiunge la Juventus al sesto posto a quota 34. Respira il Catania che ora ha 25 punti, scavalcando momentaneamente Fiorentina, Genoa e Chievo. Il Brescia resta penultimo con 18 punti, uno in meno di Cesena e Lecce.

Anticipi 21a giornata: Parma-Catania 2-0 Palermo-Brescia 1-0 Roma-Cagliari 3-0

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSerie B: l’Atalanta lotta e fa gioco, ma viene bloccata dal Varese
Next articleAustralian Open: Schiavone nei quarti ed è quarta nel ranking mondiale