Udinese sola al comando. Questa la notizia principale dell’ottava giornata, settima effettiva, in serie A. E in serata la Lazio, vincendo a Bologna, le si incolla a una sola lunghezza. Su tutti i campi prima del fischio d’inizio si osserva un minuto di silenzio per onorare la memoria di Marco Simoncelli, tragicamente scomparso sulla pista di Sepang. Allo stadio Friuli la squadra di Guidolin non perde occasione e supera il Novara con un secco 3-0, frutto della doppietta di Di Natale (136 gol in A) intervallata da una rete semiacrobatica di Domizzi su azione da calcio d’angolo. Il tecnico novarese Tesser assiste al trionfo della squadra dove ha militato da difensore esterno sinistro quando militava Zico tra i bianconeri friulani. L’Udinese gioca un calcio efficace e divertente, fa bene in Europa e in campionato, con una continuità non comune alle altre squadre. La Lazio sembra aver trovato il passo giusto, vince a Bologna nel posticipo serale e sale al secondo posto a un solo punto dalla capolista. Acquafresca colpisce maldestramente con il ginocchio su calcio di punizione laterale di Hernanes e realizza il suo classico degli autogol. Nella ripresa Lulic, sostituto di Brocchi, fa il bis e l’aquila di Reja vola. Incredibile risultato allo Stadio del Mare di Lecce dove il Milan passa dallo 0-3 del primo tempo a favore dei salentini al 4-3 finale che rilancia i rossoneri in classifica. Nei primi 45’ il Lecce sembra il Barcellona e va a segno con Giacomazzi, l’ex Oddo su rigore concesso per fallo di Abbiati su Corvia, e con Grossmuller. Sembra l’inizio del tracollo, invece la squadra di Allegri rientra in campo completamente trasformata. Eroe della rimonta è Prince Boateng, fino a pochi giorni fa al centro di polemiche e contestazioni. Il trequartista segna una fantastica tripletta firmando una rimonta che sembrava impossibile. Riportatosi in parità, il Milan preme e trova la rete decisiva con il centrale difensivo Yepes. Finisce a reti bianche tra Cagliari e Napoli che danno vita a una partita ricca di episodi, molto ben giocata da entrambe le squadre. Due legni per parte e tante occasioni, nel finale soprattutto per il Napoli che schiera Santana al posto di Hamsik a fianco di Cavani e Lavezzi. Il Cagliari di Ficcadenti resta imbattuto e davanti ai partenopei che risentono dell’impegno in Champions League. L’Atalanta festeggia i 49 anni del suo tecnico Stefano Colantuono andando a vincere al Tardini di Parma con la coppia argentina Schelotto (uomo assist) e Moralez (autore della doppietta decisiva), che vince il duello a distanza con Giovinco tra piccoli di statura. Il successo atalantino, costruito con grande intelligenza tattica, vale 14 punti conquistati sul campo, anche se solo 8 effettivi in classifica. La squadra nerazzurra, senza penalizzazione, sarebbe seconda a una sola lunghezza dalla capolista Udinese. E nel turno infrasettimanale attende l’Inter, che ha centrato il primo gol e il primo successo di questo campionato allo stadio Meazza, dove supera il Chievo con un colpo di testa vincente di Thiago Motta. La buona notizia per Ranieri è la grande prestazione di Maicon, tornato ai massimi livelli. La Roma riesce a vincere all’Olimpico grazie a una rete dell’argentino Lamela, all’esordio con la maglia giallorossa, che sorprende il portiere del Palermo con un tiro a giro di sinistro. Ma il portiere Stekelenburg è altrettanto decisivo nella ripresa quando ferma i tentativi dei rosanero. Gioisce anche il Siena che batte il Cesena con un gol per tempo, firmati dall’ex attaccante novarese Gonzales e da Calaiò. In crisi profonda i romagnoli, con soli due pareggi all’attivo e nessuna vittoria in sette gare finora disputate.

Risultati 8a giornata: Lecce-Milan 3-4 Cagliari-Napoli 0-0 Inter-Chievo 1-0 Parma-Atalanta 1-2 Roma-Palermo 1-0 Siena-Cesena 2-0 Udinese-Novara 3-0. Giocate sabato: Fiorentina-Catania 2-2 Juventus-Genoa 2-2. Posticipo: Bologna-Lazio 0-2

forbes

Classifica: Udinese 15 Lazio 14 Juventus 13 Cagliari 12 Napoli Roma Milan 11 Palermo Catania 10 Fiorentina Genoa Siena Parma Chievo 9 Atalanta 8 Inter 7 Novara 5 Bologna Lecce 4 Cesena 2

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleVenezia: maratona record con primato femminile
Next articleAtalanta: gran colpo esterno a Parma