Quasi diecimila spettatori allo stadio Piola hanno salutato il successo del Novara nei derby piemontese contro il Torino. Decisivo un autogol di Garofalo al 23’ di gioco, frutto di uno sfortunato rimpallo su respinta del portiere granata Rubinho. Nel corso del primo tempo il Novara è andato più vicino al raddoppio di quanto il Torino al pareggio. Merito di Rubinho se i granata hanno evitato di andare al riposo con un passivo più pesante. Nei secondi 45’ la musica è cambiata e la squadra di Lerda, che passa dal 4-4-2 al 5-3-2 per poi chiudere con tre punte, ha provato a stringere d’assedio i padroni di casa senza trovare il gol, ma esponendosi al contropiede. Nel finale due emozioni che hanno fatto sussultare i sostenitori novaresi. Prima l’occasione mancata da Gonzalez, che giunge tutto solo davanti a Rubinho tentando di scavalcarlo con un pallonetto finito alto sulla traversa. In pieno recupero il granata Antenucci ha colpito in pieno la traversa. Il Torino ha perso, dimostrando però di essere vivo quantunque sfortunato.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSci: straordinario tris di Innerhofer, argento in supercombinata
Next articleSputi di classe