Il Siena torna capolista in serie B imponendosi a Grosseto con una perfetta parabola su calcio di punizione di Del Grosso (nella foto) al 36’ del primo tempo. La formazione di Conte domina sbagliando ripetutamente il raddoppio con Calaiò e Larrondo. L’Atalanta cede lo scettro del campionato perdendo in casa contro l’Empoli e interrompendo la serie di 18 risultati utili consecutivi. La squadra di Colantuono, irriconoscibile nel primo tempo quando subisce due gol, si risveglia nella ripresa riuscendo solo ad accorciare le distanze su calcio di rigore. I toscani giocano in scioltezza nei primi 45’, poi si chiudono a difesa del risultato e chiudono con nove giocatori. I bergamaschi conservano 10 punti di vantaggio sulla terza in classifica, il Novara, fermato sul pareggio casalingo dal Piacenza. La squadra piemontese, in vantaggio dopo 9’ con Rubino, viene raggiunta a metà primo tempo da Bianchi. Ad inizio ripresa in gol Motta e la pronta risposta su punizione di Guzman. Incredibile prestazione del Varese sul campo del Sassuolo, dove decide nel bene e nel male Dos Santos, che alla mezz’ora della ripresa segna il gol del vantaggio ma al 48’ è protagonista del clamoroso autogol che impedisce il sorpasso sul Novara. Il Vicenza rischia di capitolare in casa contro il Modena, riuscendo a pareggiare allo scadere dell’incontro con Abbruscato. Un punto che permette ai vicentini di agganciare la Reggina al sesto posto, ultimo utile per i playoff. Ai margini della zona promozione si affaccia l’Empoli. In poche partite il Crotone si trasforma da pericolante a pretendente alle posizioni che contano. Il crotonese Djuric imita Stankovic versione Champions, segnando da metà campo a Livorno dove la squadra calabrese vince a sorpresa complicando la marcia di avvicinamento dei labronici ai playoff. Di Eramo il sigillo per il Crotone che allontana dagli spalti i sostenitori livornesi che non assistono al gol allo scadere di Tavano. L’anticipo della 36a giornata segna la contestazione contro il presidente Spinelli e l’allenatore del Livorno Novellino. Impresa dell’Albinoleffe che travolge fuori casa il Cittadella riprendendo la marcia versa la salvezza. Ben tre reti negli ultimi 5’ del primo tempo, firmate da Grossi, Regonesi e Torri, che nella ripresa realizza la doppietta personale. Un punteggio che consente alla squadra di Mondonico di avvantaggiarsi negli scontri diretti con il Cittadella. Con una zampata del veterano Godeas la Triestina vince a Portogruaro mantenendo vive le speranze, mentre il Frosinone, in vantaggio dal 10’ del primo tempo, vede sfumare la vittoria con il Padova che segna nel finale con Rabito.

Risultati 36a giornata: Atalanta-Empoli 1-2 Cittadella-Albinoleffe 0-4 Frosinone-Padova 1-1 Grosseto-Siena 0-1 Novara-Piacenza 2-2 Portogruaro-Triestina 1-2 Sassuolo-Varese 0-1 Vicenza-Modena 1-1. Giocata venerdì: Livorno-Crotone 1-2. Posticipi: Ascoli-Pescara (domenica h 12:30) Torino-Reggina (lunedì 18 aprile h 20:30)

forbes

Classifica: Siena 72 Atalanta 70 Novara 60 Varese 59 Torino 50 Reggina Vicenza 49 Pescara Empoli 48 Livorno Crotone 46 Modena Padova 46 Grosseto 44 Piacenza Sassuolo Albinoleffe 42 Cittadella 40 Portogruaro Ascoli (-5) 37 Frosinone Triestina 34

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleAtalanta cede il comando, ko dopo 18 partite
Next articleFed Cup: la Russia ipoteca il passaggio del turno