Al terzo turno resta in corsa dunque solo Fabio Fognini resta il solo italiano in corsa al terzo turno del Roland Garros. Il 24enne ligure ha battuto con autorità per 62 61 60, in appena un’ora e venti minuti di gioco, il francese Stephane Robert, numero 140 Atp che a sorpresa aveva eliminato 97 al quinto il ceco Tomas Berdych, sesto favorito del seeding e semifinalista a Parigi un anno fa. Al terzo turno troverà lo spagnolo Guillermo Garcia-Lopez, trentesima testa di serie e numero 33 del ranking Atp. A Simone Bolelli, invece, non basta giocare un gran match sul prestigioso “Philippe Chatrier”. Il bolognese, ripescato in tabellone come lucky loser, dopo essersi imposto all’esordio nel main draw sul canadese Frank Dancevic, anche lui proveniente dalle qualificazioni, ha ceduto per 76(3) 64 75, in due ore e cinquanta minuti di gioco, al britannico Andy Murray, quarto favorito del seeding, giocando a lungo alla pari. Eliminato anche Andreas Seppi, che si è arreso per 61 62 64, in un’ora e mezza di gioco, al brasiliano Thomaz Bellucci, ventitresima testa di serie e semifinalista quest’anno al Masters 1000 di Madrid.

Nel tabellone femminile Francesca Schiavone, campionessa in carica, si qualifica per il terzo turno. La 30enne milanese, quinta favorita del seeding e reduce dalla semifinale di Bruxelles, ha liquidato per 61 62, in un’ora e dodici minuti di gioco, la russa Vesna Dolonts, numero 101 Wta, conosciuta fino a qualche mese fa, prima del matrimonio, come Manasieva. Al terzo turno l’azzurra troverà la cinese Shuai Peng. Qualificata al terzo turno anche Roberta Vinci. La 28enne tarantina, trentesima testa di serie, dopo essersi imposta al primo turno nel derby tricolore contro Alberta Briant, ha regolato per 63 64, in poco più di un’ora ed un quarto di gioco, la wild card francese Iryna Bremond. Semaforo rosso, invece, per Sara Errani, che ha ceduto per 61 62, in un’ora ed otto minuti di gioco, alla slovacca Daniela Hantuchova, ventottesima testa di serie.

forbes

Il tabellone femminile del Roland Garros registra l’eliminazione della favorita numero due del torneo femminile, Kim Clijsters. La belga, che non giocava sulla terra rossa di parigina dal 2006 (perse in semifinale contro la connazionale Justine Henin), ha passeggiato, come era prevedibile, per un set e mezzo contro la mancina olandese Arantxa Rus, numero 114 del ranking Wta, ma ha poi incredibilmente perso: 36 75 61. Anche Maria Sharapova è stata ad un passo dal salutare con ampio anticipo Parigi. La fresca regina del Foro Italico, si è ritrovata sotto 63 4-1 contro la diciassettenne francese Caroline Garcia, numero 188 del ranking mondiale, in tabellone grazie ad una wild card. La Sharapova si è imposta per 36 64 60, infilando undici giochi di fila.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleCiclismo: a Tirano declassato Visconti, vince Ulissi
Next articleCiclismo: Capecchi beffa il bergamasco Pinotti a S. Pellegrino