Straordinaria impresa di Flavio Cipolla che ha battuto lo statunitense Andy Roddick qualificandosi per il secondo turno del “Mutua Madrid Open”, quarto “Masters 1000” stagionale in corso sui campi in terra battuta della Caja Mágica di Madrid, in Spagna. Cipolla, numero 160 Atp, proveniente dalle qualificazioni, si è imposto all’esordio nel main draw per 64 67(7) 63 dopo tre ore di battaglia contro l’ex numero uno del mondo. Il 28enne di Omaha nel Nebraska, dodicesima testa di serie, al debutto stagionale sul rosso, ha lottato fino all’ultimo ma Flavio ha tenuto duro. Nel primo set Cipolla mette a segno il break decisivo sul quattro pari, chiudendo poi il parziale al decimo gioco (64). Nella seconda frazione Roddick vola sul 5-2, Cipolla recupera fino al cinque pari annullando anche due set point nel decimo gioco. Si va al tie-break: il romano va avanti 4-2, lo statunitense recupera e si procura altri due set point sul 6-4: Cipolla li annulla e a sua volta si procura un match point ma mette in rete un diritto in corsa. Roddick conquista un quinto set poin e questa volta pareggia il conto dei set (76). Nella frazione decisiva Flavio si dimentica subito del match point fallito e in un attimo è 4-1 (con palla per il 5-1 e doppio break): Roddick non ci sta, recupera fino al 3-4 ma poi è costrtto ad alzare bandiera bianca e Cipolla sigla con un 63 la più bella vittoria della sua carriera. Dopo tre ore e tre minuti di gioco.
Nulla da fare, invece, per Potito Starace, salito al numero 41 Atp, che ha ceduto all’esordio per 76(5) 64, in un’ora e trentacinque minuti di gioco, al croato Marin Cilic, numero 21 Atp. Un peccato perché il campano nel tie-break del primo set si era trovato in vantaggio per 5-3 prima di perdere quattro punti di fila. Anche nel secondo set Potito ha recuperato per due volte un break di svantaggio prima di cedere nuovamente la battuta al settimo gioco.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleCiclismo: niente Giro d’Italia per Ballan
Next articleSerie A: la Lazio fa la partita, la Juve vince