Dopo quasi due anni, Laurynas Grigelis torna a vincere un torneo internazionale. Lo fa in Marocco, ad Agadir, sulla superficie per lui più difficile, la terra battuta. Nell’ultimo atto dell’Itf da 10 mila dollari, il 19enne lituano della Future Talent di Brusaporto ha dominato dal primo all’ultimo punto il 22enne libanese (che vive negli Stati Uniti) Bassam Beidas: è finita 6-0 6-0, con Grigelis padrone del campo in ogni settore del gioco. Beidas, che attualmente è senza ranking Atp, veniva da una striscia positiva di undici partite vinte, anche se le ultime due le aveva incamerate per ritiro degli avversari. Con questo risultato, Laurynas guadagna 18 punti Atp e andrà a ritoccare il suo best ranking, portandosi intorno alla posizione numero 360 della classifica mondiale. Una bella iniezione di fiducia per ‘Grigio’, che arrivava da un periodo non facile e che nelle ultime due settimane si è decisamente rilanciato, con 24 punti raccolti tra il Futures in Marocco e il Challenger di Cremona.

Ad Agadir, in tutto il torneo, il lituano di Brusaporto ha ceduto soltanto un set, il primo del torneo contro il marocchino Ouahabi, vincendo poi sempre in due parziali contro Ghedin, McGee, Sabry e appunto contro Beidas nell’ultimo atto. La precedente vittoria di Grigelis nel circuito mondiale, che era anche la prima del giovane dell’Est, risaliva al settembre 2009, quando trionfò in Gran Bretagna, sui campi veloci di Wrexham, battendo in finale il britannico Rice. Quest’anno, dopo un inizio di stagione molto positivo con i quarti di finale a Courmayeur e la vittoria su Simone Bolelli, Grigelis aveva subìto un brutto infortunio in Coppa Davis nella partita contro l’Estonia, che lo ha poi condizionato per alcune settimane. Prossimo impegno, il Futures del Tc Bergamo, sempre sulla terra battuta.

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleTennis: due azzurri nei quarti al Roland Garros, come nel 1949
Next articleVolley: Bergamo fa saltare il fattore campo nella finale scudetto