di Marco Cangelli
Esordio iridato da incorniciare per Chiara Neviani che ai Mondiali di tiro dinamico si è aggiudicata due medaglie. La 32enne di Alzano Lombardo è rientrata dalla trasferta thailandese con l’oro ottenuto nella prova a squadre dedicata alla categoria Production Lady a cui si è aggiunto il bronzo nell’individuale.

Già bronzo nel 2019 al Mondiale multidisciplinare di Polizia, l’Agente Scelto della Questura di Bergamo ha dimostrato il proprio talento sulla pedana di Pattaya condividendo con Camilla Almici, Lucrezia Di Prospero e Licia Randazzo la gioia per il successo nel team.

forbes

Podio importante anche quello ottenuto nell’individuale che ha confermato il grande lavoro svolto dall’atleta orobica negli ultimi mesi come sottolineato anche in un post sulla propria pagina Facebook.

Mamma mia che grande grande lezione di vita! Sono certa di essere stata la ragazza più vittoriosa in quanto sono quella che ha dovuto lavorare interiormente di più tra le mie competitor del podio. Non avrei mai detto che ci sarebbero state delle dinamiche simili da dover affrontare emotivamente e tutte insieme, costantemente ogni giorno di gara – ha sottolineato Neviani -. Gli stage li ho affrontati sempre bene, non sono stata minimamente influenzata dalle competitor straniere e avrei tanto desiderato poter vivere il mio mondiale in questo modo come le altre sicuramente hanno fatto. Sfortunatamente l’ultimo giorno di gara, il Signore mi ha fatto crescere e capire finalmente che io, Chiara Neviani non ho bisogno di alcun supporter per affrontare un evento mondiale e ho imparato a non farmi mangiare dai tanti coccodrilli (senza denti) che non hanno fatto altro che girarmi intorno. La ruota girerà!“.

A scortare nella trasferta la tiratrice bergamasca ci ha pensato il compagno Giacomo Bolzoni che si è trasferito nel nostro territorio per amore e ha colto il quarto posto nella Standard Division.

Podio centrato invece per Vittorio Anesa che ha avuto modo di condurre l’Italia all’argento a squadre nel classic.

Schierato in compagnia di Antonio Sciurpi, Andrea Biondi e Vincenzo Mundo, il 39enne di Vertova ha chiuso la propria prova in diciassettesima posizione, un risultato importante per regalare alla Nazionale una medaglia.

forbes
Previous articleAl via la prima Bergamo Padel Cup. Aperte le iscrizioni
Next articleLa Pallavolo Don Colleoni torna dalla Sardegna a mani vuote