di Giambattista Gherardi

Nell’arco di pochi anni ha raggiunto traguardi incredibili: primo in Italia, ventesimo in Europa e settantaseiesimo nel mondo, in una specialità, il Crossfit, che raccoglie sempre più appassionati in ogni angolo del globo.

forbes

Enrico Zenoni, 23 anni di Leffe, da oggi, 3 agosto al 7 sarà in gara ai CrossFit Games di Madison (Wisconsin), di fatto la “gara delle gare” negli States che rappresenta il Mondiale della specialità.

Enrico Zenoni ha già vinto prima di partecipare: è infatti l’unico italiano ad aver superato le durissime selezioni svoltesi nei mesi scorsi. Con lui a tenere alto l’onore del Tricolore ci sarà frale donne Elisa Fuliano, 25 anni di Genova.

Enrico Zenoni ha superato progressivamente l’Open (fase preliminare italiana, dove ha vinto) e la Semifinal ad Amsterdam, dove classificandosi quinto assoluto ha conquistato il biglietto per volare oltreoceano.

Campione di Crossfit
Enrico Zenoni

In una recente intervista rilasciata a Paolo Pegoraro di Eurosport ha spiegato i termini dell’ambita competizione. “Siamo suddivisi per età – ha spiegato Zenonie la mia categoria (18/34 anni) è quella più importante e seguita e si chiama “Individual Men”. Ai Crossfit Games non ci sono solo i classici workout all’interno della palestra, ma anche all’esterno. I workout non si sapranno sino alla fine, perché la filosofia del Crossfit è che tu debba essere preparato ad affrontare qualunque sfida. Ci saranno 13-14 workout all’interno di questi 4 giorni di gara, ma al di là di qualche piccola anticipazione non si saprà nulla”.

Nelle ultime giornate prima della partenza il volume e l’intensità degli allenamenti sono giocoforza aumentati, con nuoto nel lago, corsa in montagna, corsa zavorrata. Il Crossfit è sostanzialmente un regime di allenamento basato su movimenti funzionali, ad alta intensità, costantemente variati. Obiettivo è un livello elevato di preparazione fisica che non derivi dalla specializzazione in un unico gesto atletico.

Fra le “specialità” di Enrico Zenoni c’è per esempio l’Handstand Walk (camminata sulle mani in verticale). Come detto la più grande vittoria di Zenoni è quella di essere arrivato sino agli States, dove la concorrenza sarà davvero incredibile.

La segreta speranza è quella di giocarsi le proprie chances con gli altri 39 concorrenti di categoria sino a sabato 6 agosto e poter disputare evitando il “taglio” la giornata conclusiva di domenica 7 agosto.

Per me sarà la prima volta – ha dichiarato Zenoni nell’intervista a Eurosport –  dunque cercherò di divertirmi: andrò là per far bene e finire la competizione. C’è un bel clima nel campo gara: tutti incitano tutti, non c’è odio né rivalità, c’è una bella community e i tifosi accorrono in massa, fanno sentire la loro vicinanza”.

A dicembre Zenoni parteciperà anche ai Mondiali della International Functional Federation (in Italia AFFI) che attraverso prove maggiormente codificate punta a portare il CrossFit in un futuro magari prossimo alle Olimpiadi. E per Enrico Zenoni si tratterebbe di un’ulteriore “sfida impossibile”, da vincere.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleBonaldi Motorsport, punti preziosi a Spa per il titolo al Super Trofeo Lamborghini
Next articleAndrea Salvi sale sul tetto del mondo del Twirling