La Bergamo Basket City comincia a prendere forma. Sarà Marco Albanesi, infatti, il nuovo direttore tecnico della Bergamo Basket City. Un comunicato della società lo presenta: lombardo, classe 1974, Albanesi negli ultimi tre anni è stato responsabile del settore giovanile dell’Aquila Basket Trento e allenatore dell’U19 con la quale, quest’anno, è arrivato alle finali nazionali di Ragusa eliminando nella prima fase proprio la BluOrobica.

Ha iniziato la sua carriera come allenatore nel 2004, con il Bosto Varese in C2. Dal 2009 al 2016 è stato capoallenatore in Serie B tra tra Sangiorgese, Cento e Valsesia raggiungendo sempre i playoff. Alla guida dei Draghi di San Giorgio ha vinto il premio Under per 4 anni consecutivi e nel 2014 ha disputato la finale promozione per la Legadue con soli 3 senior in squadra. Nello stesso periodo (2009-2014) è stato direttore tecnico dell’ABA Accademia Basket Alto Milanese.

forbes

Nel biennio 2017-2019 è andato all’estero dove, con l’U20 del Grassopher Zurich ha centrato la finale nazionale di categoria e con la stessa squadra, rinforzata da 2 stranieri, ha giocato i playoff del campionato di Seconda Lega in entrambe le stagioni. Contemporaneamente è stato capo allenatore della nazionale U18 svizzera con la quale ha partecipato a due campionati europei di divisione B.

Nel suo curriculum anche diverse esperienze con la Nazionale italiana. Nel 2016, infatti, ha allenato la squadra maschile di 3×3, con la squadra senior ha partecipato ai Campionati del mondo di Guangzhou in Cina, arrivando 14° e agli Europei di Bucarest, in Romania dove si piazzano al 5° posto. Nella stessa estate, con la Nazionale U18, ha vinto il bronzo ai Mondiali di Astana in Kazakistan, con lui in campo c’erano i nostri Dessi e Mezzanotte.

Marco Albanesi è soddisfatto del suo approdo a Bergamo: “Sono davvero felice di poter sposare questo progetto – afferma -. Il presidente Andreini e il General Manager Bellotti mi hanno subito coinvolto con il loro entusiasmo e la loro concretezza. Quello della BluOrobica è un settore giovanile storico e riconosciuto a livello nazionale e c’è la volontà di fare un ulteriore passo in avanti per professionalizzare la proposta e consolidarsi ad alto livello. Da Direttore Tecnico avrò la responsabilità su tutti i gruppi, dalla serie B, che affronteremo con un gruppo molto giovane ma di sicura prospettiva, al settore giovanile, che ha numeri importanti, grandi margini di crescita e da anni sforna giocatori che militano in campionati nazionali. La prima mossa sarà quella di costruire uno staff solido e determinato per trasferire e professionalità ai nostri giovani“.

Paolo Andreini, presidente della BluOrobica, non ha dubbi: “Una svolta decisa verso la professionalità per valorizzare a fondo gli atleti del progetto Bergamo Basket City. La crescita individuale del giocatore al centro del progetto e il miglioramento delle squadre come somma dei miglioramenti individuali“.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleGazzaniga, lezioni sul campo col Real Madrid
Next articleLa Juventus chiama Giovanni Andreini di Alzano alla supervisione del club