Che in Italia ci sia una passione per la moto si sapeva. Che in Italia ci sia una passione per il turismo, anche. Il nostro Paese, però, non aveva mai realizzato finora il poker di successi nella competizione mondiale per il mototurismo. Perché sì, c’è anche una competizione dedicata a quanti hanno il gusto di scoprire il mondo in motocicletta. A Ferropolis, in Germania, l’obiettivo è stato raggiunto grazie a 148 motociclisti Tesserati FMI iscritti al Rally FIM.

L’Italia è il Paese del Mototurismo, dove la passione per le due ruote è più viva che mai e il legame tra la FMI e i motociclisti è davvero sentito. A testimoniarlo è l’incredibile successo ottenuto al Rally FIM: la squadra azzurra ha conquistato per la quarta volta consecutiva il prestigioso motoraduno internazionale a cui hanno partecipato motociclisti di tutto il mondo.

forbes

148 Tesserati FMI hanno percorso migliaia di chilometri per recarsi a Ferropolis e vivere una tre giorni all’insegna dell’amicizia, passione e un forte desiderio di vincere nuovamente il Trofeo più ambito. La manifestazione è iniziata mercoledì 27 luglio con la cerimonia di apertura a Dessau – località a pochi chilometri dalla sede dell’evento – dove già era chiaro che l’Italia avrebbe lottato per la vittoria.

Giovedì 28 luglio spazio all’aspetto turistico con la visita al porto di Bitterfeld mentre venerdì 29 la tradizionale Parata delle Nazioni è partita da Ferropolis raggiungendo Wittenberg. Centinaia di motociclisti incolonnati hanno percorso 30 chilometri: la disposizione del gruppo ha messo in evidenza quanto la formazione italiana fosse decisamente la più numerosa. Arrivati a destinazione, i nostri hanno colorato Marktplatz di azzurro. La sera poi, ecco le premiazioni con la FMI assoluta protagonista grazie ai suoi motociclisti. L’intera squadra italiana ha sollevato al cielo la Coppa del Rally FIM, ma non è stato tutto perché la nostra formazione ha portato a casa anche ben otto challenge su tredici.

Gli azzurri hanno rappresentato al meglio lo spirito della competizione: desiderio di scoprire il territorio (come da prerogativa del Mototurismo) accompagnato dall’intenzione di primeggiare nelle classifiche del Rally FIM 2022.

Giovanni Copioli, Presidente FMI, ha sottolineato che “la Federazione Motociclistica Italiana è tornata con grande orgoglio a partecipare al Rally FIM. Nonostante lo stop dovuto alla pandemia, il Mototurismo italiano ha conservato la sua posizione di riferimento a livello internazionale. Siamo campioni per la quarta volta consecutiva, un traguardo prestigioso e che ci lancia verso un futuro ricco di ulteriori soddisfazioni. A Ferropolis erano infatti presenti i nostri fedelissimi ma anche numerosi giovani azzurri desiderosi di scoprire lo spirito del Rally e condividere un’esperienza unica nel suo genere, che rimane impressa nella memoria di ogni partecipante. Ringrazio la nostra Commissione Turistica e tutti gli iscritti al raduno che hanno portato l’Italia ad essere Campione del Mondo di Mototurismo per la quarta volta consecutiva”.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleNuoto sincronizzato, l’Italia giovanile vince l’oro europeo alla sua prima finale
Next articleTamburello, tutte le gare delle bergamasche di A e B