Il cielo non è più azzurro nel cielo di Wimbledon. Francesca Schiavone e Flavia Pennetta sono state eliminate al terzo turno dello storico torneo che quest’anno festeggia la 125esima edizione. La milanese, numero sei del seeding, ha ceduto all’austriaca Tamira Paszek, numero 80 Wta, per 36 64 10-8 dopo tre ore e 41 minuti complessivi. In precedenza, sempre sul Court 12, la pugliese, 21esima testa di serie, aveva ceduto alla francese Marion Bartoli, testa di serie numero 9, dopo tre combattuti set: 57 64 9-7 in tre ore e nove minuti.
Schiavone ha ripreso il match interrotto venerdì a causa della pioggia, con il primo set vinto per 63. La Paszek è riuscita a vincere il secondo per 64. Al ritorno in campo, il giorno dopo l’interruzione, si è ripartiti con l’austriaca in vantaggio 3-2. Schiavone ha ceduto subito il servizio andando sotto 4-2, poi ha annullato due palle del 2-5, quindi ha recuperato lo svantaggio andando anceh a servire due volte per il match, sull’8-7 e sul 9-8. Decisivo il break al decimo game: 10-8 per la Paszek. Curiosamente l’austriaca ha vinto con lo stesso punteggio, appunto 10-8 al terzo, con il quale aveva perso nel 2008 proprio qui a Wimbledon contro l’azzurra. Nel tabellone femminile avanzano Maria Sharapova, favorita numero 5 del torneo ,che a Wimbledon ha vinto nel 2004, e la numero uno Caroline Wozniacki.
Non sono andate meglio le cose in campo maschile con gli azzurri superstiti eliminati nel torneo di doppio: Potito Starace in coppia con l’argentino Maximo Gonzalez e il duo formato da Flavio Cipolla e Paolo Lorenzi.

Agli ottavi del singolare maschile accedono Rafa Nadal e Roger Federer, come da pronostico.

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleMotoGP: primo successo del texano Spies
Next articleF1: Vettel cannibale anche a Valencia, Alonso è secondo