Un cast di grande spessore quello predisposto dall’instancabile Alberto Bergamelli, presidente dell’Atletica Saletti, per questa 25.a edizione del Meeting Città di Nembro.

Ai nastri di partenza saranno 200 atleti provenienti da 32 Paesi esteri. Nembro rappresenta uno degli ultimi appuntamenti dell’atletica prima degli Europei di Monaco di Baviera (Germania).

forbes

Il pubblico a ingresso gratuito potrà vedere correre una stella di prima grandezza dell’atletica mondiale: l’olandese Dafne Schippers, bicampionessa del mondo dei 200 metri e primatista d’Europa con 21.63, che si cimenterà sui 100 metri. Sulla distanza la 30enne di Utrecht vanta uno stagionale da 11.13 e nella Bergamasca troverà la concorrenza soprattutto della statunitense Celera Barnes, 10.94 e 10.86 ventoso, sesta ai Trials USA a Eugene, oltre che delle giamaicane Shockoria Wallace e Natasha Morrison.

In chiave italiana attese tre componenti del gruppo della 4×100: Irene Siragusa (CS Esercito), Alessia Pavese (CS Aeronautica) e Chiara Melon (Fiamme Azzurre) e l’under 23 Giorgia Bellinazzi (Atl. Brugnera Friulintagli).

Al tavolo da sinistra: Alberto Bergamelli, Gianni Mauri, Sara Bergamelli e Francesco Brusamolino

Il Meeting di Nembro, presentato ieri sera sulle gradinate della tribuna, per ripararsi dalla pioggia e dal vento, alla presenza del presidente dell’Atletica Saletti Alberto Bergamelli, del presidente FIDAL Lombardia Gianni Mauri, del vicesindaco di Nembro Sara Bergamelli e dell’assessore allo Sport Francesco Brusamolino, segnerà anche il rientro alle competizioni della primatista italiana dei 100m ostacoli Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) sulla strada per Monaco: avversaria numero uno sulla carta è Crystal Morrison (Giamaica), 12.69 quest’anno; in chiave italiana attese la tricolore Under 23 Giulia Guarriello (Atl. Guastalla Reggiolo), Linda Guizzetti (CUS Pro Patria Milano) e le portacolori della Bergamo 1959 Oriocenter Erica Maccherone e Chiara Minotti.

Sui 3000m piani Nembro potrebbe avere al via la settima forza dei Giochi Olimpici dei 5000m Nadia Battocletti: la 22enne trentina è inserita in un’entry list che prevede come co-favoita la keniana Purity Gitonga, ma è ampio anche il cast azzurro, guidato proprio da una bergamasca, Marta Zenoni (Luiss Ssd). Con loro anche Elisa Bortoli (CS Esercito), Giovanna Selva (Sport Project Vco), Giulia Zanne (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), Federica Zanne (CS Esercito), Gaia Colli (Atl. Valle Brembana) e Letizia Di Lisa (Gruppo Virtus).

Nei 400 metri l’elvetica Rachel Pellaud vale 52.19 di PB e sfiderà tra le altre le azzurre della staffetta 4×400 Maria Benedicta Chigbolu (CS Esercito) e Rebecca Borga (Fiamme Gialle), oltre ad Alexandra Troiani (CUS Pro Patria Milano) in rampa di lancio e alle under 23 Elisabetta Vandi (Fiamme Oro), Alessandra Iezzi (Bracco) e Beatrice Zeli (Pro Sesto).

Eleonora Vandi (Atl. AVIS Macerata) e Serena Troiani (CUS Pro Patria Milano), sorelle delle atlete citate poc’anzi, saranno invece protagoniste degli 800 metri con Joyce Mattagliano (CS Esercito) e la tricolore dei 5000m Micol Majori (Pro Sesto) oltre a numerose ragazze straniere in caccia di conferme.

Nel lungo il faro è l’ucraina Maria Horielova, atterrata a 6.59 quest’anno a Grosseto: Ottavia Cestonaro (CS Carabinieri) si disimpegnerà stavolta in questa specialità assieme a Carol Zangobbo (Assindustria Sport), ma da seguire con attenzione c’è pure l’argento paralimpico di Tokyo Martina Caironi (Fiamme Gialle).

Situazione simile nel giavellotto, con la primatista austriaca (64.68) Victoria Hudson opposta alla tricolore Paola Padovan (CS Carabinieri), a Carolina Visca (Fiamme Gialle), a Sara Jemai (CS Esercito), a Pascaline Adanhoegbe (CUS Pro Patria Milano) e a Sara Zabarino (ACSI Italia Atletica).

Elisa Molinarolo (Fiamme Oro) nell’asta sarà sfidata da Hanga Klekner (Ungheria) e da Maialen Axpe (Spagna), 4.45 e 4.46 quest’anno: in pedana anche le under 23 Maria Roberta Gherca (Nissolino Sport) e Giulia Valletti Borgnini (Fiamme Gialle Simoni).

In campo maschile curiosità per i 110m ostacoli, dedicati come sempre idealmente a Luigi “Jerry” Bertocchi: Nembro potrebbe avere ai blocchi Paolo Dal Molin (Fiamme Oro), oltre a un cast che attende il liberiano Wellington Zaza, 13.47 di PB, e gli under 23 di prima fascia Lorenzo Simonelli (CS Esercito), Giuseppe Filpi (Atl. Agropoli) e Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter).

Nel peso il faro è Leonardo Fabbri (CS Aeronautica). Sui 100m spicca il nome di Emmanuel Matadi, altro atleta della Liberia quest’anno in grado di correre persino in 9.98 a Trinidad lo scorso 24 giugno: di buon livello anche il cast italiano con Roberto Rigali (Bergamo Stars), Andrea Federici (Atl. Biotekna), Mattia Donola (CS Carabinieri) e Luca Cassano (CS Aeronautica).

Di gran qualità l’800m: il personale del tunisino Abdessalem Ayouni è 1:44.99 realizzato ai Giochi di Tokyo, ma in un parterre decisamente straniero spuntano anche ottime presenze italiane quali il finalista mondiale indoor dei 1500m Pietro Arese (Fiamme Gialle) e Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), oltre in chiave lombarda a Jacopo Peron (Varese Atletica), a Leonardo Cuzzolin (Pro Sesto) e all’emergente Marco Aondio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni).

Noah Williams, statunitense da 44.30, guida l’entry list dei 400 metri davanti a due atleti dall’illustre passato, i classe 1992 Luguelin Santos (Repubblica Dominicana), argento olimpico sulla distanza a Londra 2012, e Rusheen McDonald (Giamaica), secondo a Rio 2016 con la 4×400; tra gli italiani spazio ai lombardi con l’under 23 Matteo Raimondi (Pro Sesto) e l’emergente Matteo Fusari (Bergamo Stars), ma ci sarà anche l’ottocentista bosniaco Amel Tuka.

Chiusura di presentazione con altre due ottime gare. Nei 3000m piani il primatista italiano indoor Ossama Meslek (Atl. Vicentina) avrà come principale rivale Samuel Masai, keniano da 13:11.72 sui 5000m (tra gli altri italiani: Samuel Medolago per l’Atletica Valle Brembana, Yohanes Chiappinelli per il CS Carabinieri, Nadir Cavagna per le Fiamme Azzurre e Sebastiano Parolini per il GA Vertovese).

Nel lungo il cubano Lester Lescay, 8.06, guida un gruppo di saltatori che comprende pure Antonino Trio (Athletic Club 96 Alperia) e il tricolore Assoluto Elias Sagheddu (Sisport).

Il 25° Meeting Città di Nembro andrà in diretta streaming sul canale Youtube Atletica Italiana. (Fonte: Fidal/Lombardia – C.R.)

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleTamburello, il Castelli Calepio a un passo dalla promozione in Serie C
Next articleCanottaggio, Oro e record del mondo. L’Italia prima nel medagliere al mondiale