Virtus Ciserano Bergamo-Lodigiani 1-2
Reti
: 2′ st Romagnoli, 12′ st Miliucci, 29′ st Colleoni.
Virtus Ciserano Bergamo (4-4-2): Mossali; Puccio, De Cata (15’ st Noris), Ravasio, Ceruti; Palazzi (40’ st Contini), Manzi, Hyka (7’ st Colleoni), Coccia (4’ st Aldeghi); Martinelli (48’ st Sylla), Pezzotta (28’ st Di Gennaro). All. Guizzetti.
Lodigiani (4-2-3-1): Perna; Rocchetti (11’ st Colacchi), Rocci, MIzzoni, S. Fiore; Crescenzi, A. Fiore; Aquino (40’ st Serantoni), Romagnoli (26’ st Conti), Rufo (33’ st Tranquilli); Cagnoli (11’ st Milucci). All. Isabella.
Arbitro: Benevelli di Modena.

Matelica –  Termina con le lacrime di Ravasio e compagni la finalissima di Matelica, in provincia di Macerata. Onore alla Virtus Ciserano Bergamo, a mister Diego Guizzetti e ai suoi ragazzi e a una società che anche nel primo anno post Covid-19 ha dimostrato di saper arrivare fino in fondo, di coltivare i talenti nel modo giusto sapendosi togliere grandi soddisfazioni.

forbes

I campioni regionali rossoblù hanno ceduto ai romani della Lodigiani al termine di una partita equilibrata, dove l’inizio della ripresa è stato decisivo. Nel primo tempo sono i rossoblù ad avere le migliori chance per passare, prima con una punizione precisa all’angolino di Martinelli deviata dall’ottimo portiere romano al 21’, poi con un colpo di testa di Pezzotta a lato al 30’ e infine con una nuova gande parata di Perna al 44’ su Martinelli prima e Pezzotta poi.

Al 2’ della ripresa arriva la docce gelata per i rossoblù con Romagnoli che controlla palla al limite, si gira di sinistro e batte imparabilmente Mossali. La squadra accusa il colpo e subisce il 2-0 al 12’ con Milliuci, bravo ad approfittare di un abbaglio difensivo dei bergamaschi. La Virtus Ciserano Bergamo reagisce e accorcia le distanze con Colleoni in mischia su azione di corner al 29’. I ragazzi di Guizzetti si lanciano all’attacco e al 93’ centrano una traversa di Contini di testa e Martinelli spara alto il gol del 2-2.

A testa alta, seppure con le lacrime agli occhi: a un passo dal sogno l’impresa è svanita, ma resta una straordinaria cavalcata che ha portato i rossoblù vicini al titolo italiano.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSimone Gandini non è più l’allenatore dello Scanzo Volley
Next articleBocce, Fabio Gusmini conquista il Trofeo Città di Urgnano