Greta Cicolari e Marta Menegatti si laureano campionesse d’Europa di beach-volley dopo la vittoria in finale per 2-0 (21-10, 21-12) contro le austriache Hansel-Montagnolli. Per le due azzurre, alla loro prima partecipazione assieme nella rassegna continentale, si tratta di un successo eccezionale, che corona un Europeo praticamente perfetto durante il quale hanno conquistato ben sette vittorie consecutive, un filotto che permette di riportare il titolo continentale in Italia a distanza di nove anni (l’ultimo nel 2002 vinto da Gattelli-Perrotta). Greta e Marta sono la terza coppia italiana a vincere gli Europei dopo Gattelli-Perrotta, appunto, e Bruschini-Solazzi (1997, 1999, 2000). Per l’Italia, dunque, arriva il quinto titolo Europeo.

Le due atlete dell’Aeronautica Militare continuano così ad inanellare successi e prestazioni straordinarie in un’annata preolimpica che rimarrà negli annali del beach volley nazionale. Greta e Marta, che giocano assieme dal 2009, quest’anno hanno polverizzato tutti i record del beach volley italiano e il titolo di campionesse d’Europa va ad aggiungersi agli ottimi risultati ottenuti nel World Tour tra i quali spiccano il secondo posto nell’Open di Myslovice a maggio (miglior risultato di sempre) e il terzo posto nel Grand Slam di Gstaad a luglio (miglior risultato di sempre in un Grand Slam), senza dimenticare il nono posto ai Campionati del Mondo di Roma a giugno.

forbes

Per Marta Menegatti si tratta della terza medaglia in un Europeo dopo l’oro U20 in coppia con Deborah Allegretti nel 2009 e l’argento dello scorso anno nell’U23 vinto con Laura Giombini.

Per la cronaca nella semifinale disputata prima della storica impresa di oggi pomeriggio Greta e Marta avevano dovuto faticare non poco per avere la meglio 2-1 (19-21, 21-14, 15-13) in 48 minuti sulle ceche Klapalova-Hajeckova.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleCalcio: all’Atalanta il 1° Trofeo Banco Popolare
Next articleMotoGP: Stoner fa il vuoto, due italiani sul podio a Brno