Trionfo azzurro ai mondiali di paraciclismo di Baie Comeau in Canada. Ben tre medaglie d’oro nella gara a cronometro, conquistate da Fabrizio Macchi (cat. C2), Paolo Viganò (C3) e Andrea Tarlao (C5). Bronzo nel tandem con Luca Pizzi alla guida e il fratello Ivan non vedente.

Fabrizio Macchi, testimonial dell’Associazione Italiana per gli studi sull’osteosarcoma, ha bissato il titolo iridato nella cronometro disputata su un tracciato di 22,8 km, rifilando 24″71 al secondo arrivato, il francese Thirionet, ovvero più di un secondo al km. Oltre ai due mondiali consecutivi, il quarantenne Macchi, che sta per diventare padre per la seconda volta, vanta un palmares invidiabile: 4 medaglie d’argento e 4 di bronzo ai mondiali, un bronzo olimpico, 3 argenti e 3 bronzi europei e ben 25 titoli nazionali. Anche per Paolo Viganò, medaglia d’oro alle paralimpiadi di Pechino 2008 nell’inseguimento su pista, si tratta di una conferma del valore acquisito nel ciclismo dopo aver perso un braccio ed un gamba.

forbes
close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleNotizie positive dal basket maschile e volley femminile
Next articleBasket: Italia vittoriosa in Finlandia, ma Israele non molla