Dopo un avvio confortante e due battute d’arresto consecutive con Varese e Sampdoria, l’Albinoleffe cerca il riscatto in casa del Pescara. La squadra di Zeman ha la caratteristica di segnare tanto e subire altrettanto, ovvero di essere indomabile come dimostra la quasi rimonta sul campo della Juve Stabia quando era sotto di tre reti. Di buono e confortante c’è che l’Albinoleffe non vive di spauracchi e se tra i pali c’è Offredi in luogo di Tomasig (punito per errore con il rosso dall’arbitro in occasione del secondo rigore concesso alla Samp), tocca ai blucelesti aiutare il portiere a superare l’emozione per l’esordio stagionale. Nelle precedenti uscite fuori casa mister Fortunato si era appellato allo zero a zero, senza essere esaudito. Il risultato appare poco probabile nella sfida sull’Adriatico. Nel 4-3-3 pescarese ci saranno Sansovini, Immobile e Insigne a costruire insidie per la difesa seriana. Tocca alla linea mediana, in cui rientra Previtali, fare blocco e innescare le ripartenze, sia che Fortunato adotti il 4-3-2-1 che il 4-3-1-2. Sarà anche duello a distanza tra i goleador di questo inizio stagione, Cocco e Immobile.

Le dichiarazioni di Daniele Fortunato prima della partenza per Pescara

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleChampions: riscatto Inter, Napoli come ai tempi di Maradona
Next articleSerie B: il Torino torna grande, quattro vittorie di fila in trasferta