Il Barcellona si laurea campione d’Europa battendo 3-1 il Manchester United nella finale disputata al Wembley Stadium di Londra. Una finale di Champions League dominata dai blaugrana di Pep Guardiola, che coglie il secondo successo nella massima competizione europea dopo quella ottenuta nel 2008-2009 al suo primo anno in panchina. Mattatore della serata l’argentino e pallone d’oro Lionel Messi, il quale, dopo il gol del vantaggio siglato da Pedro e il pareggio di Rooney che ha chiuso in equilibrio il primo tempo, ha firmato la rete del 2-1 con un sinistro dal limite dell’area che ha fulminato il portiere Van der Saar. Prestazione da 10 quella di Messi, intorno al quale hanno brillato tutte le stelle del Barcellona, che conferma di giocare il miglior calcio a livello di club internazionale. Il 3-1 di Villa (pallone a girare all’incrocio dei pali) è un sigillo d’autore che riflette la netta differenza vista in campo. Per il Barcellona si tratta del quarto titolo europeo, dopo quelli ottenuti nel 1992, 2006 e 2009 su sette finali totali disputate, esattamente come il Bayern Monaco e l’Ajax. Per il Manchester United, che ha vinto tre edizioni (1968, 1999, 2008), è uscito sconfitto dalle ultime due finali disputate con i blaugrana.
Con questo successo la Spagna la nazione più titolata nella Champions (già Coppa dei Campioni) con 13 successi totali (nove del Real Madrid e quattro del Barcellona), contro le 12 vittorie dell’Italia e 11 successi delle squadre inglesi.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleTennis: Djokovic avanti a Parigi, a -2 da McEnroe
Next articleCIAO PICCOLA YARA