Il ciclismo piange la scomparsa di un grande campione, il francese Laurent Fignon, trionfatore del Tour de France nell’83 e ’84 e vincitore del Giro d’Italia ’89 e due volte di una classica come la Milano-Sanremo. Aveva 50 anni e, dopo aver lasciato il ciclismo agonistico nel 1993, era diventato un apprezzato commentatore per il canale televisivo France 2. Fignon aveva confessato, in un libro pubblicato nel 2009 dal titolo “Eravamo giovani e incoscienti”, di essere malato di cancro e raccontato la lotta con il terribile male che lo aveva colpito all’apparato digerente. Ciò nonostante era riuscito a seguire le ultime due edizioni del Tour de France. Ma nel libro Fignon ha confessato anche di aver fatto uso di cortisone e anfetamine, pur senza mettere in relazione questa pratica con la malattia che lo ha debellato.

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleZaccheroni diventa ct del Giappone
Next articleSchiavone e Pennetta avanti nell’US Open