E’ stato sorteggiato il tabellone principale degli Internazionali Trismoka (42.500€, Play-It), giunti alla sesta edizione. L’attesa era soprattutto per Andreas Seppi (nella foto), prima testa di serie e numero 50 ATP. L’altoatesino avrà un primo turno di media difficoltà contro il tedesco Dominik Meffert, entrato in tabellone grazie a uno special exempt. Meffert è infatti giunto in semifinale a Kazan e dunque non ha potuto giocare le qualificazioni a Bergamo. In caso di successo, Seppi troverebbe il vincitore tra Bemelmans e un qualificato. L’esordio sembra in discesa anche per Karol Beck, campione in carica degli Internazionali, che troverà l’estone Zopp in vista di un secondo turno impegnativo contro Bozoljac oppure Izak Van Der Merwe, reduce da un brillante torneo a Johannesburg. In attesa dell’esito delle qualficazioni, ci sono altri due italiani in tabellone. Simone Bolelli è numero 3 del draw): il bolognese ha pescato il tedesco Dieter Kindlmann (n. 272 ATP). Sulla carta sembrerebbe un impegno facile, ma l’unico precedente sorride a Kindlmann, che si è imposto qualche mese fa a Vienna. Bolelli avrebbe poi un secondo turno impegnativo contro il vincente di Johansson-Andreas Beck. Tra i primi turni più interessanti, si segnala la sfida tra Olivier Rochus e Laurynas Grigelis. Il “lituano d’Italia” nutriva già aspettative importanti per questo torneo, ma i risultati di Courmayer (dove ha battuto Bolelli) amplificano l’attesa nei suoi confronti. Primo turno non semplice per Matteo Viola, opposto al giapponese Go Soeda. Oltre ai match già citati, vale la pena segnalare altri primi turni dal sicuro interesse come Fischer-Hrbaty, Ignatik-Devvarman e Janowicz-Muller. Quest’ultimo match si è giocato proprio oggi in semifinale a Courmayeur, e curiosamente si riproporrà a Bergamo a livello di primo turno.

Nel primo turno delle qualificazioni hanno ottenuto il pass per il secondo turno quattro giocatori italiani: Thomas Fabbiano, Walter Trusendi, Luca Vanni e Antonio Comporto. Da segnalare il risultato di quest’ultimo, capace di battere Marek Semjan (n. 228 ATP), con un convincente 6-4 7-5. Classe 1989, il siciliano avrà un secondo turno molto impegnativo proprio contro Fabbiano. Al contrario, c’è un pizzico di delusione per Stefano Galvani. Il 33enne patavino era reduce dalla brillante qualificazione al torneo ATP di Johannesburg, ma si è arreso con un doppio 6-4 allo svizzero Alexander Sadecky tra mille recriminazioni: sul 4-4 nel primo set aveva centrato il break, ma il giudice di sedia ha ordinato un over-rule perché il servizio di Sadecky aveva toccato il nastro. Situazione simile nel secondo: sotto di un break, Galvani si era riportato in scia ed è andato a servire sul 4-5. Dopo aver annullato un matchpoint al termine di uno scambio durissimo, si era conquistato una palla per il 5-5 con un rovescio incrociato vincente. L’arbitro l’ha però valutata fuori: Galvani se l’è presa e due minuti dopo stringeva la mano, sconfitto, al suo avversario.

forbes

Segui i risultati in tempo reale

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleFed Cup: Australia e Italia in parità dopo la prima giornata
Next articleRugby: un drop allo scadere punisce l’Italia contro l’Irlanda